Salvo Caruso esordirà al torneo di tennis di Parigi.

Inizierà domani sui campi in terra rossa del Bois de Boulogne uno dei quattro tornei di tennis più importanti al mondo: il Roland Garros. Ad affrontarsi i tennisti più forti da Nadal a Federer, dal serbo Djokovici, agli emergenti Thiem e Tsitsipas. I più forti hanno la grande ambizione di conquistare il Grande Slam. L’impresa di trionfare nei quattro tornei major del tennis: l’Australian Open, il Roland Garros, Wimbledon e lo US Open. Dal tabellone di qualificazione al main draw: è tutto pronto per il primo turno del Roland Garros 2019. Il French Open, apice della stagione sulla terra battuta, è ai nastri di partenza e il tabellone è stato completato dai giocatori che hanno centrato la qualificazione nel mini-torneo. Di sicuro c’è una  Bella Italia  con undici tennisti in tabellone (nove uomini e tre donne). Oltre a Fognini, Cecchinato, Berrettini, Seppi, Fabbiano e Sonego, si sono aggiunti  Salvatore Caruso, Simone Bolelli e Stefano Travaglia. Per Caruso il primo match si svolgerà lunedì 27 contro lo spagnolo Jaume Munar. Una sfida non facile nella parte alta del tabellone. Il vincitore di questo incontro se la vedrà subito col favorito del torneo: Djokovici. Per Bolelli e Travaglia due impegni contro due francesi, rispettivamente opposti a Lucas Pouille e Adrian Mannarino. Registriamo, intanto, il miglior traguardo raggiunto ad oggi dal nostro Salvo Caruso che lo abbiamo visto esultare, giustamente, al termine dell’incontro che gli ha aperto la qualificazione al torneo, vinto sul tedesco Brown col punteggio di 4-6, 6-4, 6-3.  Una nutrita partecipazione italiana che lascia ben sperare. E noi, non lo nascondiamo di certo, tiferemo per il nostro Salvo Caruso, grintoso come sempre, con un rovescio a due mani e un dritto che non perdona. Comunque vada e già stata una bella vittoria arrivare lì, a Parigi; semplicemente da Avola, dai campetti del prof. Raeli dove ha iniziato a palleggiare col maestro Maurizio Cusumano 18 anni fa. Dai Salvo….siamo con te ! (C. B.)