Avola: ieri i funerali di Antonio Dell’Albani, tutta la città lo ricorda

Avola. È scomparso ieri l’altro il collega Antonio Dell’Albani, noto giornalista e voce libera della città di Avola.

Avola: ieri i funerali di Antonio Dell’Albani.

Un uomo, un giornalista attento alle notizie e sempre pronto a raccontare la cronaca locale.

Un grande professionista del giornalismo che ha regalato alla città di Avola migliaia di articoli raccontando la storia e la vita delle istituzioni locali.

Da noi conduceva “piazza Umberto”, titolo del programma che lui stesso scelse e che lo appassionava perché racontava ciò che la politica non diceva, sempre con lo spirito da cronista.

Antonio, che ha collaborato più volte con canale 8, ha vissuto la sua vita scrivendo per pomeriggi interi articoli su articoli per impaginare in tempo utile il suo amato GdS.

Ieri i funerali davanti a tantissimi cittadini giunti da tutta la provincia per dare l’ultimo saluto ad Antonio.

Alla notizia della scomparsa del giornalista, tutti hanno voluto dare un ultimo saluto, come è normale che sia, vista la figura pubblica del Dell’Albani, basti pensare che non c’è cittadino che in questi anni non abbia letto un suo pezzo.

Anche chi ha avuto da ridire rispetto ad un suo articolo lo ha voluto ricordare, perché ne ha riconosciuto il coraggio nello scrivere ció che pensava.

Avola: ieri i funerali di Antonio Dell’Albani

Intanto, sui social, scoppia la polemica per il presunto mancato cordoglio da parte del primo cittadino della città

dove il Dell’Albani ha vissuto  tutta la sua vita con la famiglia.

 

Dunque, come dicevamo, tutti o quasi lo hanno ricordato con un pensiero, con una parola di conforto per la

famiglia o con un messaggio di cordoglio sui social.

 

Avola. È scomparso ieri l’altro il collega Antonio Dell’Albani, noto giornalista e voce libera della città di Avola.

Anche il presidente dell’Ordine dei giornalisti ha diramato un comunicato che lo ricorda, in cui spicca un passaggio

ovvero come il lavoro da cronista abbia portato il suo giornale di Sicilia, in cui scriveva, alle massime vendite.

 

Ha inoltre scritto “Dell’Albani verrà ricordato per come merita, da colleghi, amici e istituzioni locali”.

Antonio ha raccontato tante volte, anche verità scomode. Sull’ospedale di Avola, ad esempio, Antonio scrisse che i contagi erano veri e che i sanitari erano infettati a differenza di quanto affermava l’asp e l’amministrazione comunale.

Vogliamo ricordare le parole di papa Francesco: “Davanti alla morte siamo uomini di speranza, non di disperazione”.

A noi di canale8news.it non resta che abbracciare la famiglia di Antonio Dell’Albani, esprimendo tutta la nostra vicinanza per la grave perdita.

Onore e massimo rispetto per un giornalista che, come pochi in questa provincia, non ha mai scritto sotto dettatura.

R.i.p caro Antonio.

Sebi Roccaro

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: