Sporcavano il nostro territorio, denunciati in 11

I cosiddetti sporcaccioni non avranno vita facile, anche grazie alle iniziative intraprese dalla ditta Roma Costruzioni.

A Noto, e quindi, nelle zone di pertinenza sono state intraprese tutte le iniziative atte alla tutela del territorio.

Intanto, sono 11 le persone che  denunciate alla Procura della Repubblica per reato ambientale e sanzionate ai sensi di legge dopo le bonifiche e i

controlli scattati in questi ultimi giorni all’ingresso di Marzamemi, nei pressi della fonte Rosana sulla Ss 115 Noto-Rosolini e in contrada Fiumara.

Sporcavano il nostro territorio, denunciati in 11
Contrada Fiumara, prima e dopo la bonifica

Ad annunciarlo è l’assessore all’Igiene urbana Giovanni Campisi: «In questi ultimi tre giorni sono proseguite le azioni di bonifica e controllo del

territorio – ha detto – per ridare decoro e sicurezza a molte zone violentate da incivili delinquenti.

Grazie agli elementi rinvenuti nei sacchi abbandonati, è stato possibile risalire agli autori: 9 sono le persone individuate dopo i controlli a Marzamemi, una dopo i controlli nei pressi della fonte Rosana e un’altra dopo i controlli in contrada Fiumara»

«Tutti saranno sanzionati ai sensi di legge – conclude Campisi – e denunciati alla Procura della Repubblica per reato ambientale. Ringraziamo la Polizia Municipale e la Roma Costruzioni per le azioni intraprese a difesa del territorio».

Intanto, i controlli continuano fino a quando il fenomeno non sarà eliminato. Pugno duro, quindi, contro gli sporcaccioni che, anziché adeguarsi alle norme vigenti, facendo la differenziata, sporcano il territorio provocando anche ingenti danni causati da spese inutili per i Comune, costretto a inviare sul posto la ditta per ripulire il mal fatto.

Marzamemi, prima e dopo la bonifica

Un fenomeno questo che mette a dura prova anche chi svolge il lavoro di pulizia del territorio, visto l’ingente ammasso di immondizia che i cosiddetti sporcaccioni lasciano incustodita.

Una vergogna che finalmente sta per essere smascherata!

Pubblicità