Siracusa: sit-in di protesta per i ritardi negli interventi sugli incroci pericolosi in città

Un altro incidente stradale il 15 luglio scorso all’incrocio tra via Mazzanti e via Antonello da Messina.

Fratelli d’Italia di Siracusa ha organizzato un Sit-in per protestare contro i ritardi dell’amministrazione comunale di Siracusa.

Nonostante le promesse – scrive in una nota il partito di Siracusa – questa amministrazione dimostra ulteriormente di essere ingessata, di muovere piccoli passi come un pachiderma, di non sapere affrontare con tempestività le urgenze.

Il 30 aprile scorso, una delegazione del coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia aveva chiesto all’Amministrazione Comunale – continua la nota – di affrontare con rapidità la situazione di pericolosità di diversi incroci stradali del territorio aretuseo.

L’amministrazione si era impegnata – sempre secondo Fratelli d’Italia –  a risolvere entro il mese di maggio scorso la problematica relativa alla carenza di sicurezza all’incrocio stradale di via Mazzanti con via Antonello da Messina, dove tra l’altro è allocato un distributore di carburanti.

Sono decorsi ulteriori quasi due mesi dal mese indicato per l’effettuazione dei lavori e non si intravede alcun segnale concreto – si legge ancora nella nota – Ci dicono sia stata emessa l’ordinanza ma non si comprende perché tali ritardi per la fase esecutiva e soprattutto perché non sia possibile approntare misure provvisorie per rendere l’incrocio stradale più sicuro.

Avevamo promesso che avremmo vigilato sull’effettuazione rapida dei lavori e avevamo anticipato che saremmo scesi in piazza a protestare per non sentirci complici per omissione di eventuali disgrazie, ulteriori a tutte quelle che purtroppo ha già pianto la nostra città.

Giovedì 18 luglio alle ore 11 simpatizzanti ed iscritti di Fratelli d’Italia effettueranno un breve sit in di mezz’ora sui marciapiedi che insistono all’incrocio per protestare contro i ritardi di questa Amministrazione Comunale e per alzare l’attenzione sulla pericolosità dell’area stradale, già teatro di diversi incidenti.

Pubblicità