Siracusa, una Pasqua amara per i dipendenti dell’ex Provincia regionale

Siracusa (23/03/2016) – Il Commissario del Libero Consorzio comunale, ing. Antonino Lutri, questa mattina ha incontrato il personale dell’Ente per il tradizionale scambio di auguri in occasione della Santa Pasqua. L’ing. Lutri, qualche attimo prima, si è fermato a parlare con i giornalisti che lo aspettavano. “Speriamo – ha detto il Commissario alla stampa – che si possano dare delle risposte in occasione della Pasqua ai dipendenti dell’Ente che non percepiscono lo stipendio e ai disabili, il cui servizio è stato sospeso il 7 marzo scorso per via della crisi finanziaria.

“Da Palermo – ha aggiunto Lutri – abbiamo ricevuto delle rassicurazioni informali sulla disponibilità di tre milioni che potrebbero farci tirare un sospiro di sollievo perché potremmo pagare gli stipendi a tutti i dipendenti del Libero Consorzio. E’ stata pubblicata la Finanziaria della Regione che al tempo stesso sancisce un disequilibrio di bilancio. A noi mancano 25 milioni di euro. Per cui dobbiamo trovare la cosiddetta quadra per assicurare un nuovo equilibrio all’Ente per salvaguardare i posti di lavoro e i servizi. Una cura dimagrante che non potrà concretizzarsi a breve termine”.

Quindi l’incontro con il personale per gli auguri Pasquali. Si è trattato di un confronto tra i dipendenti dell’Ente e il Commissario Lutri. “Pasqua amara – ha esordito l’ing. Lutri -. Una situazione incresciosa la prospettiva di trascorrere la Pasqua senza aver preso lo stipendio di febbraio. Noi dobbiamo fare squadra, dobbiamo restare uniti e non dividerci perché altrimenti non si va da nessuna parte. Occorre mettere di fronte alle proprie responsabilità chi ha in mano il destino dei Liberi Consorzi. Avete tutta la mia comprensione, io sono al vostro fianco. Se ci muoviamo tutti insieme per venire fuori da una situazione complicata, la vostra voce dovrà essere ascoltata. Mi rendo perfettamente conto delle difficoltà che state vivendo; negli ultimi tempi ho sentito tanti discorsi ma fatti concreti non ne ho visti”.

Alle sollecitazioni dei dipendenti che hanno chiesto chiarimenti su alcune iniziative che il commissario sta mettendo in campo per ridurre le spese, l’ing. Lutri ha risposto: “Comprendo il vostro stato d’animo, il vostro è un grido di dolore legittimo e garbato al tempo stesso. Ripeto, dobbiamo essere uniti e la nostra voce deve essere forte per essere forte per essere ascoltata e recepita. Siamo l’unico ente provinciale che non ha potuto pagare lo stipendio perché negli anni scorsi non sono state fatte alcune cose che invece andavano fatte. Bastava guardare i bilanci del 2012-13-14 per capire dove si sarebbe arrivati. Il tavolo tecnico? Ho già firmato l’atto di indirizzo perché sia varato. Il Commissario Lutri ha poi concluso così:” Spero che tutti voi possiate trascorre una serena Pasqua all’interno delle vostre famiglie”.

Dopo l’incontro con i dipendenti, il precetto Pasquale. La santa messa officiata da Don Camillo Messina presso la Chiesa S.S. Maria Concezion

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: