SIRACUSA, DOPPIO LAVORO, LA GUARDIA DI FINANZA DENUNCIA PROFESSORE – MEDICO

Lavorava per il Ministero della Pubblica Istruzione ma sfruttava il tempo libero, ferie,
permessi e persino periodi di malattia per svolgere altri incarichi senza essere
autorizzato. Per la Guardia di Finanza di Siracusa il responsabile, un professore di
educazione fisica di ruolo, L.P. di anni 57, in servizio presso scuola media inferiore di
una frazione di Siracusa, si è reso responsabile di specifiche violazioni del codice
penale e non solo.
Il reato contestato è quello della truffa ai danni dello Stato in quanto il professore,
laureato anche in medicina e chirurgia, avrebbe usufruito di periodi di congedo
ordinario e, cosa più grave, di assenze per malattia e infortunio, per espletare una
seconda attività benchè non fosse autorizzato dal Ministero di appartenenza.
Infatti, le indagini effettuate dai finanzieri della Compagnia di Siracusa e dirette dal
Procuratore Capo Dott. F.P. Giordano e coordinate dal P.M. Dott.ssa Magda
Guarnaccia, hanno consentito di accertare che per l’anno scolastico 2012/2013 il
professore/medico, risultava assente giustificato dalla scuola, mentre in
contemporanea svolgeva servizio come medico di guardia presso strutture
dell’Azienda Sanitaria Provinciale e cliniche private. Nella fattispecie ha violato quel
“principio di esclusività” che è proprio del dipendente pubblico. Emerge, inoltre,
l’esercizio di una seconda attività presso una palestra di Siracusa, dalla quale ha
percepito dei compensi, in assenza di specifica autorizzazione prevista e rilasciata
dall’Ente di appartenenza.
Per le condotte illecite realizzate sono in corso ulteriori approfondimenti per
l’applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del citato professore/medico e
dei soggetti che gli hanno conferito incarichi professionali in assenza di
autorizzazioni, con le relative comunicazioni al Dipartimento della Funzione Pubblica
incardinato presso il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione –
Ministero della Funzione Pubblica
L’indagine della Compagnia di Siracusa si inserisce nel quadro dei compiti
istituzionali del Corpo che prevede controlli con l’obiettivo di prevenire e reprimere gli
illeciti diffusi nel settore della Spesa Pubblica, con particolare riguardo al contrasto
degli sprechi, delle frodi e delle ipotesi di malversazione di dipendenti e funzionari
delle pubbliche amministrazioni che, con le loro condotte, arrecano danni economici
all’Erario.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: