Noto: Domani Consiglio Comunale, tra polemiche e false promesse?

Noto Lunedì Consiglio Comunale, tra polemiche e false promesse, visita ispettiva o “di cortesia” della commissione Sanità dell’Ars.

Da quattro mesi i reparti di Pediatria e Ostetricia di Noto dovevano essere ricollocati ad Avola. Risultato?  I mesi passano e dei reparti nemmeno l’ombra. Addirittura anche il pronto soccorso di Noto sembra avviato verso una definitiva chiusura.

Non vogliamo fare campanilismo becero tra zona sud e zona nord, ma ci pare che la zona nord, oltre a fruire di due ospedali che insieme si completano perfettamente, ha a disposizione ben 4 strutture di primo ordine nella vicinissima Catania.

Perché i medici mancano solo a Noto e non a Lentini, ad esempio?

Vorremo capire, inoltre, il significato della visita ispettiva o “di cortesia” della commissione Sanità dell’Ars, dove ad essere presente era solo la presidente, l’On. La Rocca Ruvolo Margherita.

Noto Lunedì Consiglio Comunale, tra polemiche e false promesse

Noto Lunedì Consiglio Comunale, tra polemiche e false promesse,

Ma c’era solo lei su 12 componenti, per la verità era presente anche l’On. Pasqua. Un fatto strano, se è vero come è vero, che la Commissione Sanità avrebbe preso a cuore la vicenda del Trigona. Forse sono già in vacanza e allora sono giustificati!

Intanto dovevano inaugurare la nuova pediatria ad Avola in questi giorni ma ancora non c’è nessuna comunicazione ufficiale. Tutto spostato a dopo la verifica statica che l’asp 8 ha commissionato ad un perito sulla stabilità del Di Maria?

Ma ai rinvii l’Asp 8 ci ha ormai abituati, si, perché, continua la telenovela delle nomine politiche dei direttori sanitario e amministrativo.

Insomma, tutto bloccato o quasi. Niente nomine, niente reparti. Tutto a discapito dei cittadini  e dei turisti, soprattutto di Noto, che in questi giorni affollano i litorali.

Intanto, domani pomeriggio si svolgerà a Noto sulla vicenda ospedale, il consiglio comunale aperto.

Giusto per precisare che i reparti promessi, ovvero la lungodegenza e la riabilitazione sono sempre privi di degenti, pertanto, come direbbe Totò, dal famoso film “Fermo con le mani”, “NON MI SONO INSEDIATO, QUI NON CI SONO SEDIE”…

Attendiamo lunedì cosa uscirà fuori dal Consiglio Comunale e quali mosse il Comitato per la salute pubblica della zona sud vorrà intraprendere.

Sebi Roccaro

Pubblicità