L’Asp di Siracusa celebra i 50 anni di attività di Nefrologia

50 anni di Nefrologia tra passato, presente e futuro” è il titolo dell’evento per celebrare i 50 anni di attività di Nefrologia nel territorio siracusano

Alla celebrazione del cinquantennale della nascita della Nefrologia a Siracusa sono stati invitati anche il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, l’assessore regionale della Salute Ruggero Razza e i dirigenti generali dell’Assessorato, e si svolgerà venerdì prossimo alle ore 18 nel salone Borsellino di Palazzo Vermexio. L’incontro sarà aperto dall’intervento introduttivo del commissario dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta, dai saluti delle autorità regionali e locali e dei direttori sanitario e amministrativo dell’Azienda Anselmo Madeddu e Giuseppe Di Bella.

Nel 1968 alcuni amministratori e clinici illuminati istituirono nell’ospedale Umberto primo di Siracusa il Centro di Emodialisi Extracorporea – spiega Giuseppe Daidone –. In quegli anni erano solo 61 in Europa le strutture ospedaliere che potevano accogliere i pazienti che avevano perduto la funzione renale e che, per vivere, avevano bisogno della dialisi. Una struttura all’avanguardia che negli anni ha donato la vita a tante persone. A 50 anni di distanza da quel memorabile momento celebreremo gli uomini, le idee e il lavoro che hanno reso un servizio di fondamentale importanza alla comunità. A distanza di 50 anni, nel ricordare quegli eventi, la comunità nefrologica siciliana, orgogliosa dei risultati raggiunti, si interroga con un convegno sui risultati e sulle sfide che ancora l’attendono, per poter garantire alle persone affette da malattia renale una maggiore qualità e appropriatezza delle cure. Ma, al di là dei numeri e dei progressi tecnologici che hanno reso più sicuro ed efficace il trattamento dialitico, il compito irrinunciabile del nefrologo, così come di tutti gli operatori del settore, è quello di prendersi cura di queste persone, particolarmente fragili e vulnerabili, per restituirle alla pienezza della vita e all’affetto dei propri cari. La presenza di tutta la comunità scientifica nefrologica siciliana all’evento – conclude Daidone – consentirà di sviluppare e discutere sulla progettualità e sul futuro della specialità di nefrologia”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: