AVOLA: IL BORGO MARINARO UN GIOIELLO QUASI PERFETTO

Un piccolo gioiello incastonato nel mare cristallino: questo era il Borgo Marinaro nei sogni dell’attuale sindaco Luca Cannata.  E diciamolo pure, tale sogno sta per essere completamente realizzato. Laddove, fino a pochi anni fa, c’era una stradina dalla scarsa percorribilità oggi ci sono una piazza, Piazza Santa Maria del Mare, inaugurata il 7 Agosto 2016, e un lungomare, Via Elsa Morante, con una notevole ringhiera a onde, laddove c’era una piccola spiaggia sporca e abbandonata ora c’è una bellissima spiaggia spaziosa e pulita e, infine, laddove c’era un mare maleodorante causato dallo sbocco diretto delle acque reflue ora c’è un mare cristallino degno delle più belle cartoline. Tutt’intorno, poi, sono spuntate come funghi nuove attività che sono andate ad aggiungersi a quelle preesistenti le quali, per l’occasione, si sono rifatte il look. Anche a leggere le recensioni sul web, non sembra lo stesso posto di un paio di anni fa, tutte entusiastiche e invitanti a visitare il posto. Tralasciando il capitolo tonnara in quanto proprietà privata, se si volesse essere un po’pignoli e guardare il bicchiere mezzo vuoto, si potrebbe contestare la lentezza dei lavori per la riqualificazione del Vecchio Molo. Il braccio del molo necessita di nuova pavimentazione e di illuminazione. Tali lavori sono, comunque, stati previsti dall’Amministrazione, insieme all’installazione di sedili e bitte. Certo sarebbe stato più opportuno effettuare tali lavori prima dell’estate, prima cioè che orde di turisti mai viste in precedenza si riversassero sulla città. Un viavai di facce nuove e abbronzate, di gente venuta per vedere la nuova Avola turistica che muove i suoi primi passi. Ma c’è tutto il tempo perché, se qualcuno pensa che si sia raggiunto un bel traguardo, c’è da scommettere che si tratti solo dell’inizio. Saranno quelle stesse facce a portare, nei prossimi anni, amici e conoscenti alla scoperta della perla del Mar Ionio. VD

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: