Musei aperti per l’8 marzo, Sorbello: “Siracusa latitante”

Siracusa (06/03/2016) – L’8 marrzo, ormai alle porte, è anche occasione di rivendicazioni e polemiche. Su queste note l’intervento del consigliere comunale di Siracusa, sSalvo Sorbello, della lista d’opposizione “Progetto Siracusa”, che, ricordando l’iniziativa del ministero degli Interni per la festa delle donne, attacca il Comune di Siracusa per la totale insensibilità dimostrata su questo evento:

“La lodevole iniziativa del Ministero dei Beni Culturali, con la decisione che, da quest’anno, i musei, le aree archeologiche e i monumenti statali saranno gratuiti per le donne ogni 8 marzo, ripropone il tema della fruizione dei beni culturali nella nostra città – Scrive Sorbello – Ho più volte chiesto che anche i beni di proprietà comunale, come il teatro, che resta invece chiuso o a pagamento, siano fuibili in maniera gratuita dai residenti, come avviene a Roma, a Siena, a Venezia.

“I beni pubblici debbono essere innanzitutto dei cittadini, senza svenderli o privatizzarli, per non allontanarli ancora di più dalla collettività siracusana  – conclude il consigliere comunale d’opposizione –  Chiedo quindi che, in occasione della “Giornata internazionale della donna”, il Comune di Siracusa, come hanno già fatto altri comuni siciliani tra cui Catania, aderisca all’iniziativa del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, e apra gratuitamente alle donne i beni comunali come il Teatro e l’Artemision”.

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: