Tregesimo di Corrado Roccaro: la famiglia in attesa dei risultati dell’autopsia

A un mese dalla morte tra i cittadini c’è ancora tanta  incredulità. Corrado con il suo meraviglioso sorriso sembra vivere nel cuore di amici e di chi lo ha conosciuto

Avola. 19 febbraio 2019 – Una messa, ieri, in occasione del tregesimo dalla morte di Corrado Roccaro nella parrocchia di San Giovanni ad Avola, il rappresentante di commercio che il 18 gennaio si è spento, dopo 11 giorni di agonia, a seguito di un’operazione di routine, si trattava di una “ablazione atriale”. Così l’ha definita al Tg3 il primario del reparto di cardiologia dell’ospedale Giovanni Paolo II,  Antonino Nicosia, indagato per omicidio colposo, insieme all’avolese Giuseppe Campisi che ha operato il povero Roccaro e ad altri due medici, Michele Torre e Rodi Giosafatto.

La famiglia Roccaro continua, da quel maledetto 18 gennaio, a chiedere giustizia. Si attendono, intanto, i risultati dell’autopsia. Dopo la prima fase della esportazione degli organi vitali del Roccaro per l’esame autoptico che avverrà a Palermo, saranno gli stessi periti nominati dalla Procura e che hanno eseguito l’autopsia a darne la corretta sentenza!

Perché è morto Corrado Roccaro se l’ablazione atriale era una operazione di routine? È ciò che chiedono a gran voce i familiari.

I casi di morte, per questo tipo di operazione, sono praticamente inesistenti. Ritenuta semi invasiva, l’ablazione atriale si opera con al massimo una notte di degenza in ospedale, ma per il povero Roccaro, dopo quel 7 gennaio di notti, in rianimazione, e attaccato alle macchine, ne sono passate 11, in agonia e con i familiari in attesa continua di notizie, facendo spola tra il reparto di rianimazione e la sala di attesa, fino all’arresto celebrale avvenuto il 18 gennaio scorso, che ha costretto i medici del reparto di rianimazione del G.Paolo II di Ragusa a staccare le macchine e a dichiarare morto il signor Corrado Roccaro.

I risultato dell’esame autoptico potrebbe arrivare nelle prossime settimane e definire le cause del decesso del rappresentante di commercio. Solo allora, forse, la famiglia troverà un po’ di pace!

 

 

 

 

Pubblicità