Portopalo: Smaltimento non autorizzato di amianto. I carabinieri denunciano un 50enne

Continua incessante l’attività investigativa dei militari per tutelare l’ambiente e limitare il più possibile le attività di inquinamento ambientale. Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Portopalo di Capo Passero hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Siracusa un imprenditore edile 50enne, per “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”.

In particolare il titolare di una ditta di costruzioni e ristrutturazioni edili che aveva eseguito dei lavori presso una abitazione privata sita in una via del centro di Portopalo di Capo Passero, stava provvedendo in assenza di autorizzazione allo smaltimento, non autorizzato di onduline in eternit. Le onduline, alcune in evidente stato di degrado, erano state già portate sulla pubblica via e solo il pronto intervento dei Carabinieri ha evitato il peggio. La ditta che non era specializzata per la rimozione del predetto materiale di scarto, proveniente delle operazioni di decoibentazione, che in quanto contenenti amianto avendo perso la sua destinazione d’uso, poteva disperdere fibre dì amianto nell’ambiente. Il materiale è stato sottoposto a sequestro è stato interessata il competente Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli ambienti di lavoro per le rispettive competenze in materia di sanità e di medicina del lavoro, anche al fine di avviare l’iter per lo smaltimento del materiale attraverso la ditta specializzata. Il Comando Provinciale Carabinieri invita tutti i cittadini a segnalare casi di illecito smaltimento di rifiuti pericolosi e continuerà a prestare la massima attenzione al fine di prevenire e contrastare il fenomeno,  disponendo periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: