Passa dall’obbligo di firma al carcere. Un uomo di 48 anni continuava ad evadere i domiciliari, trasferito in carcere

E’ passato in pochi giorni dalla lieve misura cautelare dell’obbligo di firma alla più restrittiva detenzione in carcere, Amata Martino l’uomo di 48 anni segnalato lo scorso giorno dai militari a causa delle reiterate inosservanze delle prescrizione previste dall’obbligo di firma ed era stato sottoposto dai Carabinieri di Cassibile agli arresti domiciliari. Ciononostante, ha continuato ad uscire di casa come se nulla fosse, venendo più volte sorpreso ed arrestato dai Carabinieri per evasione. L’Autorità giudiziaria di Siracusa, valutata l’inefficacia della misura cautelare cui era sottoposto, ha disposto che l’Amata scontasse la stessa, non più a casa, ma in carcere.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: