Operazione Pochette, tre persone ai domiciliari ad Augusta per droga

Gli agenti della polizia di Augusta hanno eseguito tre ordini di custodia cautelare su ordine del Gip del Tribunale di Siracusa nell’ambito dell’operazione Pochette.

Ai domiciliari sono finiti Damiano Giuffrida di 24 anni, Salvatore Barravecchia di 21 anni e Giovanni Ioranello di 24 anni, accusati di detenzione e spaccio di droga.

L’indagine, diretta dal Sostituto Procuratore della Repubblica, Gaetano Bono, è coordinata dal Procuratore Aggiunto, Fabio Scavone.

Gli uomini del Commissariato di Augusta, diretti dal Commissario Capo Guglielmo La Magna, hanno accertato che Giuffrida, sebbene già sottoposto a misura cautelare per la vendita di sostanze stupefacenti, aveva avviato una fiorente attività di spaccio di hashish e marijuana.

Lo spaccio, assieme a Barravecchia e Ioranello, avveniva nei pressi di Piazza del Carmine.

Gli inquirenti hanno rilevato che un continuo flusso di giovani entrava in alcuni edifici per sostarvi per comprare la droga.

Nel corso delle perquisizioni agli indagati trovate modiche quantità di stupefacente e, in diversi casi, elevate anche sanzioni amministrative.

Alla fine la polizia ha individuato la piazza di spaccio con l’arresto dei tre finiti ai domiciliari.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: