Lavoro nero. Attività dei carabinieri in aziende ed attività su tutto il territorio di Siracusa

Diciassette lavoratori su 68 non regolarmente assunti, sanzioni e ammende per quasi 70 mila euro, 3 imprenditori denunciati.

Questi i risultati dell’operazione al contrasto del lavoro in nero avviata dai Militari del Comando Provinciale e Personale esperto in materia di Sicurezza sul Lavoro dell’Ispettorato Territoriale, su impulso e d’intesa con il Dirigenti dell’I.T.L.

Durante l’attività di controllo sono stati eseguiti 15 accessi ispettivi e controllato le posizioni lavorative di 68 dipendenti. Dall’indagine è emerso che un dipendente su 4 lavora in nero. Per questi risultati 4 attività imprenditoriali sono stati sospesi perché avevano occupato lavoratori in mero oltre al soglia consentita del 20%.

Sono stati inoltre deferiti alla Procura della Repubblica del Tribunale di Siracusa, tre imprenditori per avere violato norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro ed elevate sanzioni per quasi 70 mila euro.

“Il contrasto allo sfruttamento dei lavoratori è uno degli obiettivi primari perseguiti dal Comando Tutela Lavoro ed anche grazie alle novità introdotte in materia di lotta al caporalato, per realizzare tale obiettivo sarà dato massimo impulso all’attività ispettiva” ha dichiarato  il Comandante del Gruppo Tutela Lavoro di Palermo Pierluigi Buonomo