Incontro in Prefettura per il “caso” Set Impianti e le garanzie per il mantenimento dei 123 posti di lavoro

Si è tenuto presso l’Ufficio di Gabinetto di questa Prefettura un incontro tra le Associazioni Sindacali di Categoria, la Ditta Synergo e gli Amministratori Giudiziari della SET Impianti.

All’incontro, presieduta dal Vice Prefetto Vicario della Prefettura di Siracusa Filippo Romano, erano presenti: Diego Bivona – Presidente Confindustria Siracusa; Giuseppe Bianca – Confindustria Siracusa; Marco Faranda, Segretario Generale – UILM-UIL; Recano Antonio, Segretario Generale – FIOM CGIL Salvatore Genovese – RSU UILM UIL; Carmelo Di Pace – RSU FIOM CGIL; Antonino Trufolo – Amministratore Unico SYNERGO; Vincenzo Minnella – Legale SYNERGO. Assente la FIM-CISL impegnata nei blocchi ai cancelli della LUKOIL, protesta che è stata fortemente stigmatizzata dal Vice Prefetto Vicario Romano “in quanto il tavolo tecnico aperto in Prefettura sulla vicenda in questione, non è mai stato chiuso nell’interesse delle parti ed al fine di conseguire la soluzione dei problemi emersi nel corso del tempo; pertanto l’attuale manifestazione di protesta con impedimento o rallentamento degli ingressi allo stabilimento ex ISAB , oltre ad essere illegittima, appare irrispettosa verso questa Istituzione” si legge nella nota trasmessa.

Il provvedimento emesso dal Tribunale di Catania per il subentro della Ditta SYNERGO, punta su: salvaguardia degli attuali 123 posti di lavoro; gli Amministratori provvederanno al passaggio , ai fini del subentro, degli attuali contratti con le Ditte ISAB srl, ENI, VERSALIS, SASOL, ISAB MULTISKIL; la necessità di chiedere al giudice l’uso provvisorio in favore della Ditta SYNERGO dell’immobile attualmente utilizzato come officina; l’immobile è di proprietà demaniale ed è nella disponibilità dell’Amm.ne Giudiziaria ex SET Impianti

Nella nota trasmessa dall’Ufficio stampa della Prefettura di Siracusa si legge che: “l’amministrazione giudiziaria chiede di trattenere a tempo pieno 15 unità lavorative addetti alla contabilità fino al 30 settembre, salvo ulteriore richiesta di proroga, a carico dell’Amministrazione medesima e contestualmente di impegna ad autorizzare l’accesso all’immobile in uso come officina di cui al punto 3) da parte della SYNERGO; infine si stabilisce di procedere alla stipula dell’atto notarile in tempi brevissimi per definire in modo formale e secondo quanto stabilito sull’argomento al punto f della sentenza del giudice del Tribunale di Catania in data 25 giugno 2018. Con particolare riferimento al disaccordo sulla formulazione della clausola di rinvio all’articolo 2112 cod. civ., l’Amministrazione Giudiziaria ex SET Impianti e rappresentanti della ditta SYNERGO concordano sulla eliminazione di detta clausola dal redigendo contratto. Tutto ciò premesso e considerato, si prende atto all’unanimità della garanzia offerta dalle parti che il contratto fra l’Amministrazione Giudiziaria ex SET Impianti e la Ditta SYNERGO sarà firmato davanti al notaio entro e non oltre il 13 agosto p.v. Conseguentemente riprenderanno entro brevissimo termine i lavori, atteso che è stato comunicato dagli Amministratori Giudiziari e dai rappresentanti della Ditta SYNERGO che i processi di qualificazione e di subentro negli appalti sono in via di definizione. Si dà altresì atto di quanto stabilito dal sopradescritto verbale di aggiudicazione redatto dall’Autorità Giudiziaria nel quale si stabilisce obbligatoriamente la continuità lavorativa per tutti i 123 lavoratori della ex SET Impianti. In tal senso la ditta SYNERGO conferma ed assicura esatto adempimento di quanto sopra menzionato”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: