Inchiesta “Black Job”: Regione si costituisce parte civile nel processo di Catania

La Regione Siciliana si costituirà parte civile nel procedimento penale in corso al tribunale di Catania per presunti casi di corruzione a carico di due dipendenti dell’Ispettorato provinciale del lavoro etneo. Si tratta del direttore dell’Ufficio Domenico Tito Amich e della responsabile dell’Ufficio legale Rosa Maria Trovato, rinviati a giudizio proprio qualche giorno fa, insieme ad altre otto persone.
Lo ha deliberato il governo Musumeci che ha dato mandato all’Avvocatura dello Stato di costituirsi in giudizio durante la prima udienza del processo che si terrà il 10 gennaio 2019, davanti la terza sezione penale del Tribunale.
Al centro dell’inchiesta ‘Black Job’ della Procura di Catania la scomparsa di fascicoli, l’annullamento delle richieste di sanzioni o di rateizzazioni al minimo in cambio non di soldi, ma di favori: voti dagli imprenditori aiutati e un soccorso politico alla Regione per ottenere promozioni o assunzioni in strutture pubbliche.