In tantissimi per l’ultimo saluto a Corrado Roccaro

Una chiesa gremita di gente per l’ultimo saluto a Corrado Roccaro, l’uomo di 58 anni, avolese, morto a seguito di complicazioni dopo un intervento di routine di ablasione atriale nell’ospedale di Ragusa Giovanni Paolo II e per il cui decesso sono già stati iscritti nel registro degli indagati 4 persone.

I funerali si sono celebrati nella Parrocchia di San Giovanni Battista, dove l’uomo, padre di 2 figli, era solito andare tutte le domeniche mattina. Il rito funebre è stato celebrato da don Maurizio Novello che, conoscendo bene Roccaro e la sua famiglia ha centrato l’omelia sull’amore e sulla famiglia. E proprio sull’amore per la propria famiglia Corrado Roccaro ha centrato la sua vita, per i suoi figli, Maria Rosa e Giuseppe, che chiamava e suoi gioielli, e la moglie Anna. Un amore che trasmetteva ai suoi fratelli ed a tutte le persone che lo incontravano, anche se per pochi istanti.

I funerali si sono protratti per oltre 90 minuti e si sono conclusi con una lettera commovente che la figlia Maria Rosa ha voluto leggere al suo amato “papino”. Dopo anche il fratello minore di Corrado Roccaro, Sebi, giornalista ed editore di questa testata giornalista, ha letto il suo pensiero per il caro fratello non riuscendo a trattenere le lacrime.

L’uomo adesso riposerà nella cappella di famiglia.