Avola: spaccia anche se ai domiciliari, trasferito a Cavadonna

I Carabienieri  si sono insospettiti dal via vai di giovani dall’abitazione

Avola: spaccia anche se ai domiciliari. Durante la serata di di ieri, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Siracusa hanno arrestato Bianca Giuseppe,

56enne avolese, pregiudicato, detenuto agli arresti domiciliari per altra causa.

L’abitazione dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, era da tempo tenuta sotto osservazione dai Carabinieri del Comando Provinciale che,

negli ultimi giorni, avevano notato un continuo movimento di giovani che entravano ed uscivano dalla casa ubicata nel centro cittadino di Avola.

Il sospetto che il Bianca potesse aver avviato una fiorente attività di spaccio, veniva confermato.

Veniva notato un giovane che in maniera sospettosamente guardinga usciva dalla casa del pregiudicato.

Avola: spaccia anche se ai domiciliari, trasferito a Cavadonna

La successiva immediata perquisizione domiciliare effettuata all’interno dell’abitazione del Bianca

permetteva ai militari di rinvenire il residuo dello stupefacente del tipo eroina

che lo stesso aveva appena suddiviso in dosi nonché una gran quantità di materiale necessario al loro confezionamento.

A tradire il Bianca poi, è stata anche la presenza di un sistema di videosorveglianza installata dall’uomo sul pianerottolo del proprio appartamento,

che ha consentito ai Carabinieri di estrapolare immagini inequivocabili dei momenti della cessione dello stupefacente.

Il materiale utile alla preparazione delle dosi e lo stupefacente sono posti sotto sequestro e l’uomo, dichiarato in arresto, e trasferito presso il carcere di Cavadonna di Siracusa, così come disposto dall’Autorità

Giudiziaria che dovrà decidere rapidamente sulle sorti del pregiudicato avolese

Pubblicità