Arrestato un avolese e controllate 130 persone

Un lavoro straordinario quello dei Carabinieri.

Arrestato un avolese. Numerose le pattuglie impiegate giorno e notte per il controllo della circolazione stradale. 

Un incredibile numero di controlli e perlustrazioni dei Carabinieri che hanno tratto in arresto Gallo Francesco, avolese classe 1982,

colpito da un’ordinanza di custodia cautelare della Corte d’Appello di Catania,

a seguito delle violazioni delle prescrizioni imposte dalla misura cautelare degli arresti domiciliari alla quale era sottoposto.

Gallo, dopo gli accertamenti di rito presso la Stazione Carabinieri di Avola, è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa.

Nel corso del servizio hanno controllato oltre 130 persone alla guida di circa 80 veicoli ed effettuate una ventina di perquisizioni personali e domiciliari.

Arrestato un avolese e controllate 130 persone. I Carabienieri hanno effettuato controlli ed effettuato un arresto

Arrestato un avolese e controllare 130 persone

Intanto i carabienieri hanno denunciato una persona per guida in stato di ebbrezza alcolica,

2 le denunce per guida in stato di ebrezza e per non essersi sottoposti agli accertamenti alcolemici, e 19 contravvenzioni per omessa revisione del veicolo,

guida senza patente perché non conseguita o scaduta di validità, guida senza casco, guida senza cintura di sicurezza e guida di mezzi sprovvisti di copertura assicurativa.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta

e costante sull’intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle

legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini.

Continuano con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’arma dei carabinieri,

affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa,

contattavano commercianti e cittadini per acquisire più notizie utili per prevenire il

ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati,

è, difatti, fondamentale la collaborazione di tutti, non solo degli addetti ai lavori, ma anche e

soprattutto della cittadinanza la quale è invitata a segnalare al numero di emergenza 112 qualsiasi situazione dubbia di cui venga a conoscenza.

Sebi Roccaro

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: