Arcigay Siracusa, Catania e Ragusa propone un questionario a tutti i candidati per il prossimo 10 giugno

Diritti, formazione, salute, Pride, famiglia, omofobia e bullismo. Sono questi i temi trattati nel questionario che Arcigay Catania, Siracusa e Ragusa intendono proporre a tutti i candidati per le prossime elezioni amministrative.

Un questionario semplicissimo per quanto riguarda la compilazione ed indispensabile ai fini informativi per comprendere i pensieri dei futuri consiglieri e sindaci. Tutte le risposte saranno rese pubbliche, chiaramente, nel rispetto della legge sulla privacy.

“Creare un questionario per chi ricoprirà a breve i nuovi ruoli istituzionali – dice il presidente di Arcigay Siracusa Armando Caravini – è un passo avanti per comprendere con chi la comunità LGBT andrà a relazionarsi in futuro e soprattutto ci aiuterà a capire come la pensano i candidati sulle tematiche che Arcigay Siracusa, Catania e Ragusa hanno a cuore da molto tempo”.

“Siracusa, come noto, è città aperta e accogliente – dice Armando Caravini – giunta alla quarta edizione del Gay Pride e che fin dal primo anno sono stati partecipati anche dai rappresentanti delle istituzioni cittadine al massimo livello i quali non hanno esitato a concedere anche il loro patrocinio ed è proprio per questo che, a livello informativo sarebbe utile comprendere come la pensa chi verrà eletto il prossimo 10 giugno”.

“Un questionario in linea con il comportamento dei comitati di Siracusa, Catania e Ragusa che sia in occasione delle elezioni regionali sia per le politiche, ed adesso per quanto riguardale le amministrative – dice Giovanni Caloggero consigliere nazionale per Arcigay Catania – vuole dare senza influenzare nessuno un’informazione più ampia possibile alla comunità LGBT su chi si sta candidando e su come la pensano su dei temi che sono per noi di grande importanza”.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: