Archiviato il procedimento sul Consiglio Comunale di Avola, il 12 febbraio il Gip deciderà se rinviare o meno a giudizio sindaco e funzionari comunali

Sospiro di sollievo per i cittadini avolesi

Archiviato il procedimento sul Consiglio Comunale di Avola. La notizia dell’archiviazione sul caso “Avola” era trapelata già ieri sera.

Oggi l’ufficialità, grazie al documento a firma del Ministro Lamorgese, che archivia il procedimento nei confronti del Consiglio Comunale di Avola.

Cosi si legge testualmente nel decreto a firma del Ministro “considerato che gli elementi complessivamente emersi non presentano la necessaria congruenza ai requisiti di concretezza, unicità e rilevanza, richiesti dal modello legale di cui al comma 1 del citato art. 143”.

Archiviato il procedimento sul Consiglio Comunale di Avola, il 12 febbraio il Gip deciderà se rinviare o meno a giudizio sindaco e funzionari comunali
il decreto firmato dal Ministro degli interni

Un sospiro di sollievo per la città che altrimenti sarebbe stata tacciata quale “comune mafioso“,

ma, soprattutto, per le quasi 500 attività ricettive che intravedevano una stagione turistica amara.

Archiviato il procedimento sul Consiglio Comunale di Avola.

Si attende adesso la decisione del Gip sul procedimento penale a carico del sindaco Cannata, dipendenti comunali,

funzionari e imprenditori per svariati reati tra cui truffa, turbativa d’asta, turbata libertà degli incanti e falso ideologico, quest’ultima ipotesi di reato contestata proprio al primo cittadino.

Sembrerebbe che la questione relativa al procedimento indicato sopra sia stato uno degli argomenti su cui si basava la richiesta di scioglimento del Consiglio comunale.

Attendiamo adesso la decisione del Gip, ma intanto ci rallegriamo per l’avvenuta archiviazione che consegna alla città una pagina da dimenticare.

 

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: