Vinciullo risponde a Garozzo: “Sul nuovo ospedale il sindaco ha idee confuse”

Siracusa, 11 aprile 2016 – Ho letto con l’attenzione dovuta il comunicato stampa del Sindaco di Siracusa. Col rispetto dovuto al primo cittadino della Città, devo dire che la ricostruzione non è assolutamente condivisibile e appare alquanto confusa e priva di quei dati necessari per una corretta ricostruzione. Lo dichiara l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS1)    Comincio col project financing: una bufala, una insopportabile menzogna che per anni è stata montata ad arte. Il project financing, prima di essere bocciato su mia pressante richiesta, in Commissione Sanità, che poi stanziò 110 milioni di euro il 29 dicembre 2010 per il nuovo Ospedale di Siracusa, fu bocciato dal Direttore Generale del Ministero della Sanità, con Parere del 31 dicembre 2007, con il quale riconosceva la impossibilità di realizzare il project financing per la provenienza “di nuovi elementi economici e finanziari che hanno sostanzialmente alterato il quadro economico-finanziario dell’intervento da quando inizialmente proposto nel 2003…”. Quindi di che cosa parliamo se è stato il Ministero a “esprimere perplessità circa la solidità della procedura per la realizzazione di tale intervento in project financin ex art. 153 del Decreto Legislativo 163/2006…”? Sempre in quel parere. il Ministero ebbe a citare numerose sentenze dei vari Tar da cui si evinceva la debolezza giurisprudenziale su cui si basava tutta l’operazione. Prendo atto che. a distanza di tanti anni, vi sono ancora dei nostalgici di quella operazione!2)    Sull’area: ricordo che il 26 ottobre 2011 l’ASP di Siracusa ha presentato una richiesta di conformità urbanistica per la realizzazione del Nuovo Ospedale in contrada Pizzuta, senza avere mai avuto una risposta. E sempre sull’area, ricordo che in data 20 febbraio 2014, il Sindaco e l’allora Commissario Straordinario dell’ASP, in maniera almeno irrituale, ebbero a indirizzare una nota all’Assessore Borsellino a cui, giustamente, si è sempre rifiutata di dare una risposta e che oggi, ancora una volta, sfido a dare una risposta all’Amministrazione Comunale, ammesso che la nota fosse stata con lei concordata, come più volte dichiarato.3)    Ospedale Rizza: toglieteci le mani! L’Ospedale Rizza non fa parte assolutamente dei beni che l’ASP può vendere per costruire il Nuovo Ospedale, perché è destinato a diventare centro oncologico, la recente inaugurazione della radioterapia lo dimostra, e perché già l’Umberto I insieme a parte del “5 Piaghe” sono più che sufficienti.4)    Sulle inadempienze dell’ASP: non sarei così certo. Ho chiesto già questa mattina all’Assessorato della Salute di avere le ultime intelocuzioni dell’azienda, non vorrei che venisse fuori qualche sorpresa.Sulla scelta dell’area, ha proseguito l’On. Vinciullo, so perfettamente che è esclusiva competenza del Comune, ma vorrei ricordare che attendiamo solo dal 20 febbraio del 2014.Sul finanziamento, ripeto, deciso dalla Commissione di cui facevo parte insieme all’on. De Benedictis, confermo l’esistenza e nello stesso tempo ricordo che la scelta dell’area dove costruire viene molto prima dell’arrivo del finanziamento, perché, come ampiamente confermato con numerose indicazioni anche dall’Anac, la disponibilità dell’area deve precedere perfino la predisposizione del progetto di massima.Capisco che potranno sembrare anche bizantinismi, ma la legge va osservata e rispettata, per evitare che l’ospedale di Siracusa diventi un’incompiuta. Il rischio concreto è che, non avendo l’area, ai sensi del D.L. 118, si perdono definitivamente i finanziamenti.Per questi motivi, ha concluso l’On. Vinciullo, non ritenendo sufficienti le risposte del Sindaco, continuerò la mia protesta.    

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: