Siracusa – Al via da giovedì 9 maggio le rappresentazioni classiche al Teatro Greco. – Ultime prove per “Elena” col regista Livermore.

Ci siamo. Appena una settimana e la splendida cornice antica del Teatro Greco di Siracusa è pronta anche quest’anno per accogliere il pubblico che parteciperà alle rappresentazioni classiche. Il regista torinese Davide Livermore, da qualche giorno, è a Siracusa per le ultime prove di “Elena” di Euripide, che giovedì 9 maggio inaugurerà la stagione 2019 dell’Inda. Testo arduo, difficile da mettere in scena, che viene rappresentato solo per la seconda volta negli ultimi 40 anni, ma di Livermore si dice che non ci sia testo che non riesca a domare e ora può vantare anche una doppia inaugurazione alla Scala, lo scorso anno con “Attila” di Verdi, e il prossimo 7 dicembre con “Tosca” di Puccini. Del musicista di Lucca dice che “è la chiave di volta del ‘900, anticipa il cinema: il secondo atto di Tosca è degno del migliore capolavoro di Hitchcock. Ma non dimentichiamo che il 70% della musica da film deve qualcosa a Puccini”. Dopo Siracusa Livermore sarà impegnato in “Anna Bolena” a Sidney e in un “Don Carlos” in Kazakistan. Poi, a dicembre, la Scala.