Sconfitta casalinga per le formiche SR battute dall’Ita Salandra. Zagarella:”Ci è mancata la grinta, dobbiamo continuare a crederci”

Non basta l’entusiasmo del tifo siracusano ed una sempre generosa Anita Zagarella a trascinare Le Formiche Siracusa, sconfitte in casa dall’Ita Salandra per 2 goal a 1. Partita difficile e a tratti nervosa quella disputata ieri al PalaLobello di Siracusa contro una formazione esperta che nulla concede a Basile e compagne. Lo si vede sin da subito quando al pronti via non passano che pochi secondi e le ospiti aprono le danze finalizzando la primissima azione della partita. A segno Sangiovanni a 25”dal fischio d’inizio, un goal a freddo che però non sorprende le ragazze di Toti La Bianca pronte al riscatto con il quintetto iniziale composto da Basile, Guardo, Cerruto, Zagarella e Malato a cui l’Ita Salandra contrappone Di Biase, Campanile, Sangiovanni, Quarta, De la Vega. Pressing a tutto campo, sin dai primi minuti, da parte della formazione lucana alla ricerca del raddoppio, protagoniste in attacco Quarta, Guitierrez e De La Vega che costringono Basile agli straordinari. All’8’ Ancora Guitierrez pericolosa, il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali alla destra di Basile, sul capovolgimento di fronte Caserta prova a sfondare sulle fasce, è il preludio al goal del pareggio che arriva un minuto dopo ad opera di Zagarella, ottimo il suo tempismo nel raccogliere una splendida imbeccata di Guardo, sorprendendo di piatto il portiere avversario. Un pareggio voluto ed ottenuto con caparbietà dalle siracusane che riprendono verve. L’Ita Salandra per nulla intimorito dal pareggio si presenta a valanga dalle parti di Basile, pericolosa in attacco al 10’ Campanella, il suo tiro insidioso viene deviato da Steno, un minuto dopo Basile impegnata in rapida sequenza da De La Vega e Primitivo. Sul fronte opposto Le Formiche tornano in attacco ancora con Zagarella che al 12’ si ritrova sui piedi la palla del pareggio mail suo tiro da posizione centrale finisce fuori. Un minuto dopo azione fotocopia con Caserta e Steno, la conclusione di quest’ultima non centra lo specchio della porta. Il pressing delle padrone di casa si fa sentire e mister Monopoli chiede T.Out. Si riprende per gli ultimi 7 minuti di gioco del primo tempo con l’Ita Salandra nuovamente all’attacco, una pressione che da i suoi frutti allo scadere della prima frazione di gioco quando, sugli sviluppi di una punizione, le ospiti passano in vantaggio con la solita Gutierrez. Si va a riposo sul 2-1 per le lucane, determinate nella ripresa a trovare la rete del ko sulle Formiche ma ancora una volta a sbarrarle il passo una Basile insuperabile. In avanti per le siracusane ancora Anita Zagarella che in due occasioni, rispettivamente al 4’ e al 11’ della ripresa sfrutta una punizione da buona posizione, ma il suo tiro in entrambe i casi finisce alto sopra la traversa. Negli ultimi minuti, a squadre ormai sfilacciate Cerruto spreca l’ultima occasione presentandosi tutta sola davanti al portiere avversario ma il suo tiro impreciso non sorprende l’estremo difensore lucano. “Ci è mancata la grinta, la voglia di vincere –ammette a fine partita Anita Zagarella. Abbiamo reagito bene al primo goal provando subito a pareggiare ma non ci aspettavamo la seconda rete su punizione. Nel secondo tempo abbiamo avuto alcune occasione che non abbiamo sfruttato e poi siamo calate, non ci abbiamo creduto abbastanza. Alle mie compagne dico che dobbiamo andare avanti e crederci, mostrando la grinta di cui sono capaci Le Formiche”.

Zagarella in azione
Zagarella in azione
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: