Nel centro-destra stasera si decide il nome del candidato sindaco: sarà fumata nera o fumata bianca?

Stasera riunione del centro-destra per capire il nome del candidato a sindaco: l’ora della verità!

di Sebi Roccaro

Noto, 1 ottobre 2015 – “Compattezza”, questa la parola d’ordine ma anche il nome del movimento politico ispirato al centro destra che stasera si riunirà a Noto con la presenza di tutte le anime, compreso qualche infiltrato dell’area di Corrado Figura, che, come direbbe qualcuno, non ci azzecca nulla. Fatto sta che i vari movimenti con in testa Salvo Veneziano, Massimo Prado, Danilo Giannone, Costanza Messina, Francesco Caristia, Franco Landolina ed altri, decideranno chi tra Prado o Veneziano dovrà sfidare Bonfanti! 

Noi di Canale8news.it siamo riusciti a sapere che il buon Veneziano non ne vuole sentire di fare passi indietro. “Nulla contro Massimo Prado, che considero un amico e un politico lungimirante! Ma i netini non capirebbero un mio passo indietro considerato che Prado ha sostenuto Bonfanti dalla prima ora”. Dal canto suo probabilmente neppure Prado sarebbe intensionato a cedere di un millimetro.

Vi chiederete: ma allora come mai si riuniscono?

La buona politica vuole che ci sia il confronto democratico a cui Noto ci ha sempre abituati ma, purtroppo, potrebbe essere una fumata nera. Non potremmo, pertanto, gioire “Habemus papam!”, ma eventualmente i “papi” sarebbero due: come per il Vaticano con Bergoglio e Ratzinger, la storia si ripete! Nel centro-destra ci sarebbero due coinquilini per una poltrona. E se il buon Franco Landolina tenta la mediazione, c’è già chi sta lavorando per la spaccatura del movimento. Potrebbe essere una “scompattezza” anzichè la compattezza a cui si tenterebbe di arrivare!!

Forse alcuni non sanno che sotto sotto il “progetto matrice”, che porterebbe il gruppo a dialogare con Figura e Bonfanti, potrebbe morire prima del nascere!

Se dovessimo fare un’analisi politica della riunione di stasera dovremmo affermare l’assoluta difficoltà di trovare una quadra. Alcuni sperano che quella di oggi non sia l’unica riunione che metterebbe insieme tutto il centro-destra ma che nelle prossime settimane, invece, si possa arrivare ad una bella fumata bianca!

Pubblicità