Morto al Cannizzaro l’imprenditore avolese scomparso giovedì scorso

E’ morto all’ospedale Cannizzaro di Catania Salvatore Campisi, 75 anni. L’imprenditore agrumicolo di Avola, era stato trasferito all’ospedale sabato in elisoccorso, dopo essere stato trovato sotto un ponticello delle Ferrovie in contrada Stafenna a Rosolini. I primi soccorritori arrivati sul posto gli avevano diagnosticato un trauma addominale e toracico, oltre alcune ecchimosi al volto.
L’imprenditore era scomparso giovedì scorso, dopo essersi recato negli agrumeti di famiglia di contrada Piana, a cavallo tra i territori di Noto e Rosolini. Campisi era partito da Avola giovedì mattina con la sua Suzuki per andare nelle sue proprietà. Poi non vedendolo rincasare, erano stati gli stessi familiari a denunciare la scomparsa ai carabinieri. Soltanto sabato mattina, grazie a un elicottero dell’Arma, è stata individuata l’auto dell’imprenditore di Avola in una campagna di contrada Stafenna, un luogo non frequentato dalla vittima. Individuata la vettura, i militari dell’Arma hanno trovato Campisi in stato confusionale e in condizioni gravi, quindi il trasferimento all’ospedale Cannizzaro di Catania. Restano tuttavia tanti interrogativi sul fatto, a cui gli investigatori dovranno dare risposta.

Pubblicità