Marzamemi, Festival Cinema di Frontiera: successo per le prime due serate

Marzamemi (Pachino), 22 Luglio 2015. Un intenso fluire di emozioni per le prime due serate del Festival internazionale del Cinema di Frontiera che lunedì 20 luglio ha inaugurato la sua XV edizione. «Sono convintissimo – afferma il direttore artistico Nello Correale – che la Sicilia si possa permettere un festival del cinema rivoluzionario. Avere mille persone che guardano in contemporanea lo stesso schermo, che provano le stesse emozioni, avete idea di che aurea energetica si viene a creare?».

Alla presentazione del Festival erano presenti il “padrone di casa”, il sindaco di Pachino Roberto Bruno, ed i sindaci Corrado Calvo di Rosolini, Francesco La Rosa di Niscemi, Salvatore Palermo di Francofonte, Orazio Scalorino di Floridia, e il capo dello staff del Comune di Noto Frankie Terranova.

Tra gli ospiti della serata anche Lina Scalisi e Francesco Priolo della Scuola Superiore dell’Università di Catania che ha ospitato l’anteprima del festival, “Marzamemi a Catania”.

Sebastiano Gesù, vice direttore artistico, ha presentato le due mostre fotografiche allestite nell’incantevole location della Tonnara di Villadorata: “Manoel de Oliveira a Catania” di Zoltan Fazekas e Orietta Scardino e “Pasolini e l’Etna” di Salvatore Tomarchio, dedicate all’esaltazione dell’identità locale.

La serata è proseguita con le proiezioni dei film in concorso Timbuktu di Sissako e Il turno di notte lo fanno le stelle diretto da Edoardo Ponti e tratto dall’omonimo racconto di Erri De Luca. Tra Marzamemi e questo cortometraggio c’è anche un legame trasversale, Lo Verso racconta infatti che la chiamata per il film gli è arrivata proprio mentre si trovava in Piazza Regina Margherita.

In chiusura, si è svolta la presentazione della rassegna “Cinema e Cibo” con Thomas Struck: «Il cibo è anche cultura – ha detto – Tutto nasce dai nostri antenati, quando sono riusciti ad addomesticare il fuoco trasformandolo in civiltà. Il fuoco è anche il legame tra il cibo e il cinema: dall’orizzontalità di un barbecue alla verticalità della messa a fuoco».

Durante l’appuntamento “Chiacchiere sotto il fico”, ha avuto luogo la presentazione  del volume A ciascuno il suo cinema di Roberto Montone, che aggiunge:«Per me questo libro è stato una ricerca interiore, un percorso dettato dalla passione per lo schermo, sia televisivo che cinematografico, che mi porto dietro sin da bambino».

Ieri sera il concorso dei lungometraggi ha proseguito con la proiezione in anteprima di Haemoo di Sung-bo Shim. Per “Chiacchiere sotto il fico”  l’incontro dal titolo “Quando la musica abbatte le frontiere” con Domenico Trischitta e Carlo Muratori, che in chiusura della serata si è esibito in un concerto nel Cortile di Villadorata.

Dalle 21.30, invece,nel Cortile Villadorata, si è inaugurata l’edizione 2015 del Con-Corto, Concorso di cortometraggi del XV Festival internazionale del cinema di Frontiera.

Sono 133 i corti giunti alla selezione, 25 i film brevi in concorso, due fuori concorso. Per un totale di quasi sei ore di proiezione. I corti, oltre che dall’Italia, arrivano dalla Spagna, dal Portogallo, dalla Francia, dall’Iran, dagli Stati Uniti e dal Giappone.

Il Festival durerà 6 giorni e con i suoi 80 film in programmazione su quattro schermi, Marzamemi accoglierà un pubblico di cinefili e appassionati da tutta Italia e dal mondo. Quest’anno per i 15 anni del Festival la serata di premiazione sarà proiettata in streaming in piazzetta Sicilia all’Expo di Milano.

 

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: