L’operazione “Pasqua sicura” dei carabinieri, 5 persone arrestate e 18 denunciate

Siracusa (29/03/2016) – Nel corso del fine settimana delle festività pasquali, prolungato dal Lunedì dell’Angelo, il Comando Provinciale dei Carabinieri ha intensificato i servizi di prevenzione e controllo del territorio, pasquali. I militari dell’Arma hanno conseguito proficui risultati sia in termini di repressione alla criminalità comune che in termini di percezione della sicurezza, mediante il potenziamento della vigilanza nei luoghi a maggiore concentrazione di persone e principalmente di turisti. Nei tre giorni delle festività sono state complessivamente impiegate 130 pattuglie e oltre 260 Carabinieri delle varie Stazioni del territorio e dei Nuclei Operativi e Radiomobili.In sintesi, 5 persone arrestate, 18 denunciate in stato di libertà e 6 persone segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti oltre a 65 sanzioni amministrative elevate per infrazioni varie al codice della strada.

Floridia – In particolare, i Carabinieri di Floridia hanno tratto in arresto il cittadino di origine italo/magrebina, Christian El Magreb, di 23 anni, responsabile del danneggiamento della porta d’ingresso di un supermercato all’interno del quale voleva introdursi furtivamente. All’atto dell’arresto l’uomo si è reso responsabile anche di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, essendosi scagliato contro i militari operanti procurando lievi lesioni ad uno di essi.

Siracusa – I Carabinieri di Belvedere hanno tratto in arresto, Lusiana Adamo, siracusana di 27 anni, nota alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi, per evasione dagli arresti domiciliari cui era sottoposta. Inoltre, nell’ambito del circondario del capoluogo, sono state segnalate alla competente autorità giudiziaria. quali indagate, 6 distinte persone responsabili di furto aggravato di energia elettrica, ricettazione di un motociclo di provenienza furtiva, porto illegale di coltelli di genere vietato. Denunciato anche un uomo trovato in possesso di chiavi o grimaldelli tali da ritenere che si sarebbero potuti utilizzare per introdursi negli appartamenti disabitati, approfittando dell’assenza dei residenti per le tradizionali gite “fuori porta” il giorno di “Pasquetta”.

Rilevante, inoltre, è stata la presenza dell’Arma presso le località turistiche del capoluogo, quali l’isola di Ortigia, la zona archeologica, i siti museali ed il Santuario della Madonna delle Lacrime, anche con l’impiego di militari motociclisti e della Stazione Mobile, punto di riferimento e di contatto diretto con l’Arma per la cittadinanza ed i turisti.

Noto – i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno posto in essere un articolato servizio di controllo del territorio nell’ambito dei vari comuni di competenza finalizzato alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcolici tra i più giovani. Nel corso di queste operazioni, che, da sabato scorso ad oggi, ha visto impiegate, sulle diverse fasce orarie, sono stati effettuati numerosi controlli al fine di verificare il rispetto delle norme che disciplinano la circolazione stradale, sottoponendo numerosi automobilisti ad accertamenti con apparato etilometrico, eseguendo una serie di mirate perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti ed armi, al ritrovamento di oggetti provento di delitto ed al contrasto dei reati contro il patrimonio.

Rosolini – In particolare, sabato notte, a Rosolini, i Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Corrado, Latino, classe 1965, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. I Carabinieri, raccogliendo le segnalazioni di alcuni cittadini che hanno riferito di insoliti via vai di persone nei pressi di una stalla in zona periferica di Rosolini, hanno organizzato un mirato servizio con personale in abiti civili al fine di riscontrare le informazioni acquisite. Nel corso del servizio i militari hanno notato Latino giungere sul posto ed accingersi ad entrare all’interno della stalla: pertanto, hanno proceduto ad un controllo di polizia nei suoi confronti. Da subito l’uomo si è mostrato particolarmente insofferente al controllo dei Carabinieri i quali hanno pertanto proceduto a perquisizione personale rinvenendo, all’interno del marsupio, 2 dosi di cocaina dal peso di circa un grammo. Si procedeva, pertanto, ad estendere la perquisizione alla stalla ove, all’interno di un locale adibito a cameretta, i militari rinvenivano ulteriori 4 grami del medesimo stupefacente, un bilancino elettronico di precisione, materiale vario per il confezionamento della sostanza nonché la somma di 345 euro ritenuta provento di pregressa attività di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. L’arrestato, è stato quindi condotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il tribunale di Siracusa.

Molto incisivi i controlli alla circolazione stradale nel corso dei quali 2 persone sono state colte alla guida dei rispettivi veicoli sprovvisti di patente perché mai conseguita: per loro, alla luce della recente modifica normativa di settore, considerata la recidiva nell’ultimo biennio, scatta una denuncia a piede libero per la specifica ipotesi di reato prevista dall’articolo 116 del codice della strada. Sono state altresì contestate complessive 13 sanzioni amministrative per violazione di norme del codice della strada tra cui, in particolare, 1 per guida senza casco con relativo fermo amministrativo del ciclomotore per 60 giorni, 6 per circolazione con veicolo sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria, con relativo sequestro amministrativo del mezzo e 4 per omessa revisione del veicolo.

Marzamemi – Notevole attenzione è stata dedicata al borgo di Marzamemi, località che negli ultimi anni ha registrato un incremento esponenziale delle presenze di turisti, con picchi di presenza nei periodi festivi quale quello appena trascorso. In questo ambito i militari della Stazione di Pachino hanno proceduto a segnalare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa F. A., classe 1987, quale indagato per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool. Il giovane, controllato alla guida dell’autovettura di proprietà della madre, a cui veniva ritirata la patente, veniva anche segnalato alla Prefettura di Siracusa quale assuntore di sostanza stupefacente in quanto, sul tappetino del veicolo, è stato rinvenuto un involucro di carta stagnola contenente circa 2 grammi di marijuana.

Avola – Ad Avola, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool ai sensi dell’articolo 186 comma 2 del codice della strada S. B., classe 1986; i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito a piede libero V. S. classe 1981: l’uomo, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di circa 10 grammi di marijuana e 4 di hashish.

Palazzolo Acreide, i militari della locale Stazione hanno segnalato all’autorità giudiziaria quale indagato per il reato di ricettazione C. A., classe 1971: l’uomo, a seguito di mirata attività info-investigativa, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di un televisore e di un decoder risultati provento di furto denunciato nelle scorse settimane alla locale Stazione dei Carabinieri.

Pachino, Deferito all’autorità giudiziaria per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere D. A. classe 1981: l’uomo, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un frustino da fantino con degli spunzoni metallici applicati lungo tutto il corpo dell’oggetto. Inoltre è stato segnalato alla Prefettura di Siracusa un uomo classe 1976 trovato in possesso di 2 grammi di Hashish.

Anche a Rosolini i Carabinieri hanno segnalato alla Prefettura due giovani classe 1993 in quanto trovati ciascuno in possesso di circa 1 grammo di hashish.

Carlentini – Anche i militari della Compagnia di Augusta nel corso dei servizi preventivi e di contrasto hanno tratto in arresto due In particolare a Carlentini (SR), i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto Di Carro Carmelo, lentinese del 1975, in esecuzione dell’ordinanza con cui, il 23 marzo 2016, il Tribunale di Enna ne ha disposto la detenzione domiciliare dovendo espiare un anno di reclusione per reati contro il patrimonio.

I militari della Stazione Carabinieri di Lentini (SR), hanno tratto in arresto, per resistenza a pubblico ufficiale e violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, Fichera Cirino, lentinese del 1991, sottoposto a sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno. L’uomo, contravvenendo alle prescrizioni della misura di prevenzione a cui è sottoposto, si era recato presso l’abitazione del vicino di casa ove, per futili motivi, aveva minacciato i militari della stazione e del nucleo cinofili di Nicolosi (CT) che stavano conducendo una perquisizione domiciliare.

Inoltre, nei comuni di competenza della Compagnia di Augusta, sono state deferite alla competente A.G., nr. 5 distinte persone responsabili di favoreggiamento personale allo spaccio di stupefacente, di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, della violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale di P.S. e della omessa denuncia di detenzione armi a seguito di trasferimento del luogo di detenzione; altri 3 soggetti sono stati segnalati alla Prefettura di Siracusa uso personale di sostanza stupefacenti ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90.

Nel corso dei servizi che hanno portato alle diverse denunce a piede libero, sono state sottoposti a sequestro 3 fucili calibro 12, 5 grammi di hashish e 3 grammi di cocaina.

 

 

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: