La Procura di Termini Imerese apre un’inchiesta sulla Blutec

La Procura di Termini Imerese ha aperto un’inchiesta sulla Blutec, azienda che ha rilevato lo stabilimento ex Fiat. La scorsa settimana i finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria sono entrati in fabbrica e hanno sequestrato alcuni documenti e i file dei computer.
L’indagine cerca di fare luce sulla trance del finanziamento da 21 milioni di euro per il rilancio dello stabilimento. La Procura, guidata da Ambrogio Cartosio, vuole capire dove sono finiti quei soldi e come sono stati usati.

Pubblicità