Expandere Sicilia 2018: il 23 novembre appuntamento con il grande evento di rete per le imprese siciliane

Un’intera giornata di lavoro condiviso tra oltre 200 imprenditori da tutta la Sicilia, che potranno sviluppare tra loro appuntamenti b2b, partecipare a convegni tematici e a tavoli tecnici trasversali, cogliere nuove opportunità di formazione e di collaborazione su progetti di scambio e di lavoro: tutto questo sarà Expandere Sicilia 2018, l’unico grande evento di rete siciliano, promosso dalla Compagnia delle Opere Sicilia orientale e in programma per il prossimo 23 novembre a Catania, nella sede del SAL – Spazio Avanzamento Lavori (via Indaco, 23).

“Un imprenditore che vuole conoscere e farsi conoscere non può mancare”, spiega ildirettore di CdO Cristina Scuderi: “La nostra associazione si fonda essenzialmente proprio sul valore del network tra le imprese e tra professionisti e ognuno di loro nel tempo si è ben reso conto di quanto e come le relazioni possano agevolare e velocizzare i propri percorsi imprenditoriali, impedendo a ciascuno anche di commettere errori già fatti da altri. Ma il valore della relazione può comprenderlo appunto solo chi nella relazione scommette: ecco perché noi vogliamo lanciare una sfida agli imprenditori siciliani, attraverso la partecipazione a questa giornata che ha dentro dei contenuti importantissimi. Abbiamo coinvolto tutta la Sicilia, affinché le imprese possano confrontarsi in una dimensione almeno regionale. E abbiamo già stretto una serie di accordi con altre associazioni ed enti – istituzioni pubbliche e private, fondazioni e istituti di credito – per dimostrare che la prima sinergia deve partire da tutti soggetti operanti nella nostra società civile”.

Per quest’edizione 2018 i contenuti saranno concentrati su alcuni temi cruciali: il ruolo delle risorse umane nella conduzione aziendale e l’importanza strategica del turismo nel modello di sviluppo dell’Isola.
La giornata del 23 novembre, infatti, si aprirà con un’assemblea plenaria sul complesso tema delle risorse umane, vero segreto di ogni impresa, così preziose quanto difficili da recuperare, formare e fidelizzare: tre imprenditori siciliani offriranno alla platea altrettante testimonianze su come hanno investito e trovato un modello vincente.

A chiudere i lavori, nel pomeriggio, sarà invece il convegno “La Sicilia che fa”, in cui altri tre ospiti d’eccezione racconteranno la loro esperienza da pionieri del cambiamento “non per proporre storie edulcorate o vincenti da incorniciare – come ci tiene a sottolineare Scuderi – ma per entrare nella dimensione personale e umana di chi ha dimostrato una particolare capacità di visione della nostra terra”: si tratta di Andrea Bartoli, fondatore di Farm Cultural Park, di Andrea Graziano, patron di un noto network della ristorazione, e di Nico Torrisi, imprenditore del settore turismo e oggi amministratore delegato dell’aeroporto di Catania.

Durante l’arco della giornata, oltre agli appuntamenti sia programmati che liberi nella forma del b2b, alcuni temi trasversali saranno affrontati nei World Caffè: quattro tavole rotonde, quattro momenti di lavoro orizzontale in cui tutti potranno presentarsi, raccogliere proposte o chiedere un aiuto su una problematica in particolare. I temi saranno la digitalizzazione delle imprese, la formazione, la riqualificazione edilizia e la gestione e lo sviluppo dei beni culturali, al fine di incentivare la comunità dei turisti e quella sociale.

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: