Arenella, sigilli a un terreno nella zona balneare

Operazione della Polizia ambientale nella zona balneare dell’Arenella.

Gli agenti, coordinati dal vice comandante Romualdo Trionfante, hanno messo i sigilli in un terreno di circa  duemila metri quadrati.

L’operazione segue a una denuncia del comitato Pro-Arenella e dei residenti con la segnalazione di roghi notturni nel terreno adibito a vera e propria discarica.

Gli agenti hanno rilevato infatti accatastamenti di materiali di risulta di lavori edili, di sfalci di potature e di altro.

La Polizia ambientale, dopo aver contattato il magistrato Marco Dragonetti, ha provveduto al sequestro e all’individuazione del proprietario del terreno.

Una situazione divenuta insostenibile per i residenti, che hanno anche lamentato la presenza di aria spesso quasi irrespirabile.

“Il terreno è di circa 6000 metri quadrati e di questi circa 2 mila interessati da abbandoni di sfalci di potature e di materiali inerti”, ha detto l’assessore Andrea Buccheri.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: