Pericolo scampato: Augusta è la sede della Port Authority del Mare di Sicilia Orientale!

Palermo, 21 gennaio 2016 –  È stato pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti lo schema con i nuovi Sistemi Portuali -15 Autorità di Sistema Portuale con compiti strategici e tagli alla burocrazia. 

Al punto 9 è stato chiarito, in maniera indiscutibile, che Augusta è l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale. Erano errate, quindi, le informazioni diffuse su diversi organi di stampa che hanno causato polemiche su polemiche. “Sono certo – dice Vinciullo, schierato in prima linea in difesa del Porto di Augusta – che l’elenco precedentemente distribuito e che è stato diffuso dai vari sistemi di informazione era frutto di un errore a cui, come mi auspicavo nel secondo comunicato stampa, il ministero avrebbe rimediato.

Non posso, ancora una volta, non ringraziare quanti, soprattutto all’interno del mio partito, si sono fattivamente adoperati per questo chiarimento, che era necessario e dovuto.

Ringrazio il signor Ministro – ha proseguito Vinciullo –  che ha voluto subito porre fine a questa polemica, facendo pubblicare sul suo sito l’organigramma funzionale riguardante le 15 Autorità di Sistema Portuale, in modo da evitare ulteriori incomprensioni che non facevano bene a nessuno”.

Lo schema pubblicato sul sito ufficiale del Ministero è pubblico quindi chiunque può andare a controllare e verificare.

Arrivano però, come era prevedibile, le polemiche dai rappresentati politici di Catania tra cui Falcone, di Forza Italia: “Due autorità di sistema portuali in regione, la prima, per la Sicilia occidentale, con sede a Palermo, la seconda, per la Sicilia orientale, ad Augusta – dice –  Catania, mortificata e inglobata in quest’ultima. Una fine ben poco nobile per il capoluogo etneo, che esce declassato dalla riforma governativa. Una scelta, quella romana, che mette in evidenza il basso peso specifico dall’amministrazione Bianco nella trattativa, sebbene voci di corridoio insistano sul fatto che Renzi abbia voluto punire Catania in seguito a screzi con il primo cittadino. Uno scenario, quest’ultimo, ben poco edificante, che se confermato racconterebbe di una politica nazionale isterica che persiste nel contrastare gli interessi dei siciliani”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS”.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: