Bilancio, consuntivo e piano triennale, il commissario da l’ok. Il sindaco: «E’ la conferma della legittimità degli atti»

«L’approvazione di Bilancio, Conto Consuntivo e Piano Triennale delle opere pubbliche da parte del commissario regionale, così come presentate dall’amministrazione comunale, è la conferma della legittimità degli atti e la considero una vittoria della mia squadra». A dichiararlo è stato il sindaco, Roberto Bruno, che ha comunicato l’approvazione degli atti da parte del commissario inviato dall’assessorato regionale Autonomie locali, Filippa D’Amato, per sostituire il consiglio comunale.

«Inoltre – ha continuato il sindaco – informo che il commissario, con grande responsabilità e senso di rispetto per la nostra comunità – ha approvato anche l’emendamento presentato dall’amministrazione sulla misura 4.1.1 del Piano Triennale, ovvero il progetto di efficientamento energetico del palazzo municipale centrale di via XXV Luglio. Quanto accaduto, non solo dimostra – è giusto ribadirlo – la piena legittimità degli atti presentati in consiglio comunale e scelleratamente bocciati da una opposizione cieca, votata alla sola distruzione e che è stata mossa solo dalla volontà di demolire e di contrastarmi, ma anche le fandonie gridate nell’aula consiliare da alcuni esponenti dell’opposizione per tentare di giustificare il voto contrario. Per fortuna dei pachinesi, tra pochi giorni questa stessa opposizione scomparirà, naufragando negli abissi delle proprie vendette, incompetenze e delle scelte scellerate. Ringrazio, invece, i consiglieri di maggioranza che hanno sostenuto sino all’ultimo minuto la mia amministrazione comunale: fin quando sarò sindaco di questa città le loro idee continueranno ad essere rappresentate, nel rispetto del programma elettorale sottoscritto all’inizio del mandato».