Vinciullo, Alota e Castagnino attaccano sull’appalto idrico a Siracusa: “L’Autorità Nazionale Anticorruzione sostiene la nostra tesi”

Siracusa (3 ottobre 2016)  – Siracusa, 3 ottobre 2016: L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha confermato il nostro rilievo principale e cioè che la gara non è stata fatta seguendo le procedure previste dalla Comunità Europea e dall’Italia in tema di bandi pubblici, ma si sono limitati a segnalarla sul sito del Comune di Siracusa, come se si trattava dell’acquisto di 5 penne e non di una gara di quasi 50 milioni di euro. Lo dichiarano l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e i Consiglieri Comunali Salvatore Castagnino e Fabio Alota. 

“Dal momento che un Assessore Comunale continua a insistere sulla correttezza degli atti prodotti dall’Amministrazione Comunale di Siracusa- continuano i tre esponenti politici –  invitiamo a leggere la delibera che contiene la decisione dell’ANAC, in modo tale che ognuno possa fare le opportune riflessioni.

 

 

 

 

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: