Siracusa: Due fratellini di 11 e 9 anni giocano con la carabina del nonno, il maggiore esplode un colpo e ferisce alla testa il bimbo di 9 anni. La polizia arresta il nonno

Colpito alla testa da un piombino esploso dal fratello maggiore mentre giocavano in casa del nonno con una carabina. E’ stato ricoverato immediatamente all’Umberto I di Siracusa un bambino di 9 anni giunto con la ferita in testa  causata da un piombino.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura di Siracusa su segnalazione dei medici che hanno accolto il bambino. Dalle prime ricostruzioni è emerso che i 2 fratellini, di 9 e 11 anni, erano a casa del nonno e stavano giocando con la carabina del nonna. Involontariamente e durante il gioco il fratello maggiore avrebbe esploso un colpo che ha colpito il piccolo di 9 anni alla testa.

Gli agenti delle Volanti unitamente agli Agenti della Squadra Mobile sono quindi intervenuti nell’abitazione del nonno, Rasizzi Giuseppe di 49 anni già conosciuto alle forze di Polizia, e procedendo alla perquisizione hanno trovato la carabina ad aria compressa con 25 piombini calibro 4,5 ed una pistola calibro 7,65 con 52 cartucce.

L’uomo quindi è stato arrestato nella flagranza del reato di detenzione illegale di armi comuni da sparo e denunciato per lesioni personali colpose.

Dopo le formalità di rito, il Rasizzi è stato posto agli arresti domiciliari.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: