Salta la Conferenza permanente Regione-Autonomie Locali e il sindaco di Rosolini Valvo chiede l’intervento dell’assessore regionale

Il mancato svolgimento della Conferenza permanente Regione-Autonomie Locali per il riparto dei fondi destinati ai Comuni Siciliani non piace al primo cittadino di Rosolini Corrado Valvo il quale chiede l’immediato intervento dell’assessore regionale di competenza.

“Non posso non esprimere tutto il mio disappunto, in ordine ai ritardi che Regione sta accumulando nella erogazione dei fondi previsti per legge e che non vengono trasferiti ai Comuni. In un momento di grave crisi economica he sta devastando gli Enti Locali  ridotti, ormai, alla fame da un Governo Regionale assente e incapace di rispettare i termini relativi ai trasferimenti delle risorse finanziarie ai Comuni, questo ulteriore aggiornamento dei lavori ad una settimana costituisce una grave offesa e mancanza di rispetto istituzionale nei confronti di circa 400 Sindaci siciliani che attendono con ansia i trasferimenti  per poter fare fronte alle spese correnti più urgenti” dichiara Valvo.

L’incontro si sarebbe dovuto svolgere ieri, ma non è stato raggiunto il numero minimo legale ed è stato rinviato a giorno 25 ottobre. La  Conferenza permanente Regione-Autonomie Locali è stata istituita con Decreto del Presidente della Regione come strumento di raccordo tra la Giunta regionale ed esecutivo degli Enti Locali, che avrebbe dovuto procedere alla definizione del piano di riparto dei fondi destinati ai Comuni.

Il sindaco Valvo chiede quindi l’intervento dell’assessore regionale con estrema urgenza al fine di definire i trasferimento e prevedere un nuovo acconto per i Comuni.