Renzi arriva a Siracusa con un’ora di ritardo e con la sua solita verve!

Siracusa, 15 novembre 2016 – È appena arrivato Matteo Renzi a Siracusa al teatro Vasquez. Con due ore di ritardo ma è arrivato! Ed ha fatto il suo classico ingresso trionfale, carico di ottimismo e di ironia.

“Dobbiamo smetterla di vivere questa situazione di subalternità, dove “ce lo chiede l’Europa” – ha esordito, dopo un saluto in cui ha ironizzato sul ritardo che lo ha costretto ad arrivare da Ragusa in elicottero. “L’Europa è Siracusa, l’Euroa è la Sicilia… l’Europa siamo noi che accogliamo migliaia di migranti”…. e scoppia l’applauso in sala. Una sala gremita,  anche se ci aspettavamo di più.

Renzi affronta vari argomenti prima di entrare in tema di referendum.

“Bisogna fare ripartire questa Sicilia! Domani saremo a Caltanissetta per vedere di aggiustare la questione delle strade. Oggi abbiamo parlato di sanità, un settore in cui abbiamo bisogno di investire di più”. Ed è a questo punto che entra in ballo il referendum, sulla questione della parità del trattamento da nord a sud.

Ancora Renzi torna a parlare di dinamismo: “il mondo corre veloce”. È diventato quasi il motto del premier. “Ed è per questo che abbiamo bisogno delle riforme”.

Prima di entrare nel dettaglio, non è mancato il ricordo al grande Enzo Maiorca a cui oggi Siracusa ha dato l’estremo saluto. Un lungo applauso e pubblico in piedi.

Dopo di che la questione referendum è stata introdotta attraverso una diapositiva riportante il quesito referendario.

“Non è che da piccolo sognavo di abolire il bicameralismo perfetto! Il bicameralismo va abolito per evitare il Ping pong e velocizzare le cose”. ..

Battuta dopo battuta il discorso sta continuando mentre ancora scriviamo.

 

Ilaria Greco

img_6846

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: