Noto, comunicato della Società Sportiva Zuleima sul furto dei palloni

Noto, comunicato della Società Sportiva Zuleima sul furto dei palloni

Che sia stata una ragazzata o qualcos’altro, che siano stati rubati 10 o più palloni, non cambia la sostanza della situazione che riguarda la Società Sportiva della Zuleima che in difficoltà per proseguire la propria attività coi bambini del minibasket, guarda con preoccupazione al futuro e consegna alcune riflessioni sullo stato della struttura: “Dopo il furto di palloni da minibasket scoperto lunedì scorso ai danni della Zuleima Basket Noto, presso il Pallone Tensostatico di Via Cavarra, sono state molte le manifestazioni di solidarietà. – scrive la Società Zuleima-. C’è chi vorrebbe attivare dal Nord Italia un fondo di solidarietà, sostenitori che esprimono dissenso nei confronti di un’amministrazione spesso troppo lenta e sorda nei confronti degli sport minori. Poi abbiamo avuto offerte “politiche”, tramite intermediari, per il regalo dei palloni per i nostri bambini, che abbiamo rimandato al mittente. Si sono invece fatti avanti, con dichiarazioni pubbliche e private, sia il Sindaco Corrado Bonfanti, sia l’Assessore allo sport Sebastiano Ferlisi per l’acquisto dei palloni “sottratti”.
Chiaramente accettiamo che il Comune acquisti i palloni, in quanto la spesa (di circa 200-250 euro) sarà praticamente fatta con una piccola parte dei versamenti (2.227, 10 euro) che solo in questa stagione abbiamo effettuato per l’utilizzo degli impianti di via Cavarra. Ma ribadiamo che non è acquistando una quindicina di palloni che si risolvono i problemi. Riteniamo che ciò non basti per ripagare il danno, la vergogna e la nostra frustrazione nei confronti di tutti i bambini e i ragazzi della nostra realtà e del mondo dello sport tutto.
C’è bisogno di una programmazione di edilizia sportiva seria, senza proclami ma con effettivi interventi di riqualificazione del Tensostatico di Noto.
La decisione che spetta ai politici è una: investire e ristrutturare l’impianto che sorge al centro del paese che ancora può ospitare tutte le società di sport indoor (adesso si parla della “costruzione di un vero e proprio palazzetto dello sport” presso il Palatucci di c.da Zupparda, ma quando potremo sperare di poterci entrare? e a cosa servono le strutture senza manutenzione?).
La Zuleima Basket Noto da anni denuncia il grado di abbandono e di incuria: la copertura e il pavimento sono da sostituire. Il preventivo che noi abbiamo comunicato al Comune circa tre anni fa è di 160 mila €. Abbiamo pazienza e continuiamo ad aspettare, ma la domanda è d’obbligo, fino a quando?”.
Una riflessione ad ampio raggio che si fa forza dei numerosi attestati di solidarietà giunti da più parti, in primis dalla Uisp di Noto, presieduta da Giuseppe Battaglia, che dal 2011 ha affiancato la Zuleima nelle continue richieste di assistenza a manutenzione del campo da gioco: “Si può aspettare la struttura nuova – dichiara Giuseppe Battaglia- ma nel frattempo come si svolge la loro attività coi bambini? Questa è la preoccupazione che ci sentiamo di condividere”.
Emanuela Volcan

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: