“Mi hanno chiesto di fare lavorare amici e parenti e ora neppure mi ricevono”, la denuncia di Marasà. Marziano: “vada in procura!”

L’ “attacco” di Marasà alla Formazione, Marziano: «Denunci in procura, bisogna fare subito chiarezza»

PALERMO, 21 Gennaio 2016. «Invito Antonino Marasà a denunciare tutto in procura. Anche io mi adopererò per accertare la veridicità di quanto è stato detto dal presidente del Consorzio Eduform». A dichiararlo è stato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, on. Bruno Marziano, a seguito della denuncia giornalistica di Antonino Marasà, presidente dell’ente di formazione Consorzio Eduform, che ha parlato di “Deputati, assessori, dirigenti e funzionari regionali – come ha testualmente dichiarato alla stampa – mi hanno chiesto di fare lavorare amici e parenti e ora neppure mi ricevono”.

«Non conosco il signor Marasà – ha detto l’assessore Marziano – e non ho ricevuto personalmente alcuna richiesta di incontro che altrimenti avrei esaudito, così come sto facendo con i rappresentanti di tutti gli enti che me lo chiedono sin da quando mi sono insediato. Ritengo, però, che alla luce delle dichiarazioni fatte il signor Antonino Marasà debba recarsi in procura a denunciare le persone di cui parla facendo nomi, cognomi e circostanze poiché, come è giusto che gli enti di formazione si attengano rigorosamente alle normative ed ai regolamenti, garantendo il rispetto delle norme contrattuali dei lavoratori e delle leggi in materia di previdenza, è altrettanto giusto che funzionari e dirigenti applichino le norme in modo corretto e non vessatorio, adottando comportamenti che non determino difficoltà strumentali nella vita degli enti. È opportuno fare chiarezza al più presto.

Personalmente – ha precisato l’assessore regionale alla Formazione professionale – mi adopererò per accertare la veridicità delle denunce del signor Marasà che dovessero riguardare comportamenti di personale di funzionari e burocrati dell’assessorato».

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: