Giuseppe Lanteri condannato a 30 anni di carcere, uccise Loredana Lopiano

Nel settembre 2018 uccise Loredana Lopiano, all’ingresso della sua abitazione.

Giuseppe Lanteri condannato.

La vittima era un’infermiera professionale, lavorava all’ospedale di Avola.

Il giudice per le indagini preliminari Carmen Scapellato, al termine del processo, ha inflitto 30anni. 

La difesa di Lanteri aveva chiesto il rito abbreviato, richiesta accolta dal Giudice. 

Ma veniamo ai fatti: il 27 settembre 2018, Giuseppe Lanteri, si reca a casa della ex fidanzata, armato di coltello, ad aprire la porta è la madre, l’infermiera Loredana Lopiano. 

L’uomo, accecato dal risentimento, infligge ripetute coltellate alla povera Loredana.

La donna viene colpita con diversi fendenti, uno mortale alla nuca. 

Giuseppe Lanteri uccide Loredana Lopiano

La difesa dell’omicida aveva giocato le proprie carte puntando sulla incapacità di intendere e di volere del proprio assistito, ma a nulla è valsa la tesi difensiva. 

Era stata anche prodotta una perizia in cui veniva certificato come “al momento dei fatti il giovane presentava lievemente scemata la capacità di intendere e di volere”.

Giuseppe Lanteri attenderà  due gradi di giudizio prima della conferma definitiva o della riforma della sentenza. 

Intanto per la famiglia di Loredana Lopiano l’attesa è stata davvero estenuante. 

Il rito abbreviato ha “aiutato” probabilmente Giuseppe Lanteri ad evitare  l’ergastolo, pena prevista in caso di omicidio premeditato ravvisabile, nel caso di specie, nell’avere portato seco il coltello.

La condanna arriva proprio in concomitanza con la giornata nazionale per la “violenza sulle donne”. 

Sebi Roccaro

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: