Gennuso pronto ad incatenarsi se non vengono pagate le aziende della Rosolini-Modica

E’ pronto ad incatenarsi il deputato dell’Ars Pippo Gennuso se non verranno pagati i crediti alle aziende che stanno eseguendo i  lavori nel tratto autostradale Rosolini – Modica.

“L’ho già fatto altre volte per questa autostrada che è un’eterna incompiuta, come la Siracusa – Gela e sono pronto a ripeterlo per quello che ritengo sia un sacrosanto diritto: pagare i fornitori che hanno messo a disposizioni i materiali per la realizzazione del lotto. Il governo della Regione deve assumersi le proprie responsabilità e soprattutto evitare che decine di società falliscano” ha dichiarato l’onorevole Genuso il quale continua affermando che “queste imprese  non hanno più accesso al credito e le banche aspettano soltanto il rientro dei soldi prestati per affrontare i lavori di un’opera pubblica”.

Per l’onorevole rosolinese il presidente della Regione Nello Musumeci dovrebbe intervenire presso Cas e Anas affinché paghino in tempi brevi perché sono a rischio centinaia di posti di lavoro.

“Se nei ritardi c’è di mezzo la burocrazia – afferma Gennuso – si intervenga con il bisturi, non si può affrontare ciclicamente questo problema. Il tratto Rosolini – Modica è  stato interamente finanziato, quindi i soldi ci sono. Ma ci sono anche enormi inadempienze dagli Enti che dovrebbero erogarli. In mancanza di tempi certi metterò in atto la protesta che ho già deciso da tempo”.

Pubblicità