Gelo in Sicilia, moltissimi gli interventi di soccorso: stato di calamità per gli agricoltori

Palermo (09/01/2017) – Il Gelo copntinua a mettere in ginocchio l’intera Sicilia, da Palermo a Siracusa sono davvero tanti gli interventi della Protezione Civile regionale per far fronte alla difficile situazione. La Regione ha, così, dichiarato lo stato di calamità per tutti gli agricoltori e per le situazioni di precarietà totale, sopratutto per il fatto che gli animali non possono essere sfamati, quindi conseguenze che saranno valutate e che saranno pesanti per tanta gente che gestisce un lavoro dietro le quinte…

Intanto, ancora disagi in tutta la provincia di Palermo dove il freddo e il gelo hanno impedito gli spostamenti anche ai singoli cittadini per recarsi negli ospedali, come a Valledolmo dove il sindaco Luigi Favari ha chiesto assistenza agli operatori del 118 per sottoporre a terapia di dialisi, tre abitanti del loco. Vsto le strade bloccate si è chiesto l’intervento dell’elisoccorso che li ha trasportati all’ospedale di Lercara Friddi. Altri casi di emergenza si sono verificati in provincia, dove a Marineo i Carabinieri hanno soccorso una partoriente di 30 anni che era rimasta bloccata a casa per neve in una zona montuosa.

In tutte le zone di montagna come Cammarata, nell’Agrigentino, o a Troina, in provincia di Enna, è difficile raggiungere le imprese zootecniche per via delle neve e non è possibile né alimentare gli animale né ritirare il latte. Stessa situazione sulle Madonie e sui Nebrodi, in particolare nella zona di Montalbano Elicona, ma in generale in tutte le aree interne.

Nel catanese molti ettari di ortaggi sono stati distrutti dal gelo, così come nella fascia ionica del messinese.

Sui Nebrodi gli uomini della Forestale, con un quad assieme a soccorritori, hanno rintracciato e portato in salvo un pastore che si trovava in un casolare da diversi giorni. L’uomo è in buone condizioni e in questi giorni si è nutrito con il latte e la poca roba che aveva con sè.

 

 

Pubblicità