Coronavirus, Siracusa: denunciato venditore di mascherine

Un venditore di mascherine non conformi alle norme è stato denunciato dagli agenti della Polizia municipale.

L’intervento si inquadra nell’ambito dei controlli che il comandante del Corpo, Enzo Miccoli, ha disposto, in accordo con l’assessore Andrea Buccheri, per accertare eventuali violazioni delle misure imposte dalla Presidenza del consiglio dei ministri e dall’amministrazione comunale per contrastare il contagio da coronavirus.

DENUNCE E CHIUSURE

Il commerciante gestisce un’attività nella zona alta della città.

Dopo la segnalazione di alcuni cittadini, gli agenti della Municipale hanno accertato che le mascherine erano dei prodotti artigianali non conformi alle norme e prive di qualunque certificazione.

Inoltre il negozio è tra quelli che dovevano restare chiusi.

Per questo motivo per cui l’uomo è denunciato per violazione dell’articolo 650 del codice penale.

“Raccomando ai cittadini di rifornirsi di dispositivi muniti di marchio e certificazione che ne garantiscano qualità ed efficacia”, ha detto l’assessore Buccheri.

“Inoltre è ammirevole che la segnalazione sia giunta direttamente dalla popolazione”, ha aggiunto.

La Municipale, sotto le direttive della Prefettura, è impegnata su molti fronti, eseguendo numerosi controlli a persone ed esercizi commerciali.

Chiusi due locali e i titolari denunciati in aggiunta al rivenditore di mascherine.

Complessivamente, fino a ieri, controllate 188 persone di cui una denunciata per altri reati.

Gli esercizi commerciali visitati sono 332 esercizi commerciali e in un caso sono state contestate violazioni amministrative.

CONTROLLI

Predisposti numerosi posti di controllo sul territorio comunale e agli ingressi della città.

In particolare su viale Scala Greca; Targia; via Elorina; via Necropoli del Fusco; Sp 14 Maremonti; viale Ermocrate; Ss124 Cimitero) per limitare il più possibile gli spostamenti.

“Mi preme ringraziare – conclude l’assessore Buccheri – tutto il personale della Polizia municipale”.

“La nostra comunità è messa alla prova da questa difficile situazione, ma le risposte sono nel complesso positive”.

Infine, stamattina la Municipale ha effettuato controlli nei pressi della stazione ferroviaria per verificare che le persone giunte da altre regioni fossero in possesso delle autocertificazioni.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: