AvolaEventi e CulturaProvincia di Siracusa

Avola: E’ polemica per lo show dei bikers in piazza, ma il sindaco spiega: “abbiamo fatto tanti eventi di cultura, gli oppositori non hanno parlato. Lo show si è svolto quando a causa della pioggia in piazza c’erano poche persone”

Polemiche e lamentele sulla gestione ed organizzazione dell’evento di bikers che si è svolto ieri mattina in piazza Umberto i conclusosi con uno show “senza veli” per alcune ragazze ed un giovane del gruppo bikers di Avola che, saliti sul palco della piazza principale della città, alle ore 12, si sono insaponati e cosparsi il corpo di acqua e bolle di sapone.

Balletti ed atteggiamenti che non sono piaciuti ai cittadini, ad alcuni esponenti politici della città ma anche a referenti delle associazioni che sui social si sono scatenati in commenti condannando duramente quanto accaduto. Evento tra l’altro, come molti hanno sottolineato, verificatosi durante la settimana della cultura.

Nella tarda serata di ieri è arrivata una nota del sindaco Luca Cannata che sul proprio profilo Facebook ha scritto: gli Avola Bikers oggi in piazza hanno organizzato un moto raduno per gli appassionati delle due ruote. Hanno chiesto alla amministrazione la concessione del patrocinio gratuito che abbiamo dato preso atto che il gruppo avolese aveva espresso più volte il piacere di organizzare un evento per ospitare i tanti centauri per fare conoscere la nostra città. È stata una bella manifestazione nella prima mattinata con anche la presenza della Banda musicale. Il tempo non è stato benevolo e già alle 12 in piazza pioveva e sono andati via in tanti e il presidente degli Avola Bikers come ha scritto in diversi post pertanto ha pensato di dare il via ad uno spettacolo nei contenuti opinabili (autorizzato dal Commissariato di Polizia). Al di là delle sensibilità di ognuno è chiaro che vedere immagini e video post evento danno un senso diverso della manifestazione che c’è stata e a cui hanno assistito i cittadini  che erano in piazza fino a quando non piovesse. Il presidente degli Avola Bikers ha chiarito nei vari post su fb la dinamica dei fatti, spiegando che è stata una sua iniziativa da contestualizzare e che non si intendeva offendere nessuno. Ovviamente è indubbio che le intenzioni dell’amministrazione sono quelle di sostenere ogni iniziativa che sia rispettosa di tutti e che non offenda le sensibilità dei cittadini. Opportunamente sin d’ora dunque ringraziamo tutti coloro che nel comprendere ciò che è avvenuto evitino di enfatizzare e pubblicizzare video e foto che strumentalmente potrebbero dare un immagine fuorviante del nostro modo di fare e pensare che in questi anni abbiamo sapientemente messo in atto per la crescita di Avola. È importante ricordare che siamo una delle poche città della Provincia che ha realizzato oltre alla stagione teatrale, nel mese di aprile la settimana della cultura, il maggio dei libri in biblioteca in collaborazione con le scuole, la realizzazione del museo della mandorla , la pubblicazione del Libro su Avola, e diverse iniziative culturali di sviluppo della Città (ma che ovviamente i cari oppositori non hanno visto…e nemmeno pubblicizzato…mentre  hanno pensato di pubblicare e inviare video e immagini di oggi sconosciuti a quasi tutti)

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: