Regione-Corte dei Conti, dubbi sul rendiconto 2017

La Corte dei Conti siciliana ha contestato al Governo Musumeci di avere sostituito il rendiconto generale della Regione per il 2017, già parificato dai giudici a luglio, con un nuovo testo trasmesso all’Ars per l’approvazione. In una nota il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dichiara: «Le irrituali dichiarazioni del presidente della Sezione di controllo della Corte dei conti di Sicilia sulla parifica del Rendiconto 2017, e quindi relativo alla gestione del precedente governo, sorprendono e amareggiano. Gli uffici finanziari della Regione assicurano di avere operato in linea con la normativa vigente. E questo mi basta. Se sul piano formale la Corte richiederà alcuni correttivi, saranno apportati. Il rispetto per lo stile istituzionale ci porta ad avere piena fiducia nella magistratura contabile».

Due giorni fa la Corte dei conti ha ricevuto un faldone dalla Regione contenente il disegno di legge in cui sono stati «unificati» il rendiconto del 2017 e il rendiconto consolidato, già trasmessi all’Assemblea regionale per l’approvazione. Il governo a ottobre aveva deliberato la sostituzione del rendiconto già parificato, sul quale i giudici a luglio avevano suggerito alcune rettifiche su partite contabili.
I giudici hanno ricevuto un emendamento al ddl col quale il governo sta tentando di ripristinare i contenuti del rendiconto parificato ma sostituito.