|Video| Il 40% dei Siracusani non ha pagato la Tares

Sulla vicenda Tares, interviene Salvo Sorbello con un comunicato che chiarisce lo stato delle cose. “Quando lo scorso anno ci siamo battuti con tutte le nostre forze per evitare che le famiglie e le imprese siracusane subissero una vera e propria stangata con la tassa per la raccolta dei rifiuti, lo abbiamo fatto perché eravamo consapevoli che veniva preteso un sacrificio che non poteva essere sostenuto.
I dati relativi alla Tares del 2013 ci danno ora ampiamente ragione: a fronte di un’entrata prevista di più di trenta milioni di euro, gli incassi effettivi sono stati di 20 milioni e 500mila euro: quasi il 40% non ha quindi pagato la tassa dei rifiuti più cara d’Italia.
Ci chiediamo con quale coraggio (o incoscienza) si possa ora prevedere nel bilancio del 2014 un incasso di 27 milioni e 500mila euro, di gran lunga superiore, quindi, a quanto versato dai siracusani nel 2013. Chi non ha pagato nel 2013, potrà ora pagare sia lo scorso anno che quello in corso?
Ogni famiglia avveduta spende in proporzione alle risorse economiche di cui pensa ragionevolmente di poter disporre. Altrimenti accumula debiti.
Il Comune dovrebbe essere gestito come una famiglia accorta e siamo quindi curiosi di sapere con quale motivazione i revisori dei conti daranno il via libera a un bilancio che prevede entrate quanto meno “incerte”.”