Rimozione ceneri di pirite dalla penisola Magnisi, l’On. Cafeo: “delibera di finanziamento non ancora approvata, necessario mantenere alta l’attenzione mediatica”

“Al di là dei soliti proclami e della faciloneria tipica di certa politica, la delibera di Giunta Regionale con la quale si cambierebbe la destinazione di 1,4 milioni di euro, fondi del <<Patto per il Sud>>, dall’emergenza discarica di contrada Portella Arena del Comune di Messina alla rimozione della cenere di pirite della penisola Magnisi a Priolo Gargallo, pur essendo arrivata in Giunta, non è stata ancora deliberata”.

A darne notizia è l’On. Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione ARS Attività Produttive.

“Anche per questo motivo – continua l’On. Cafeo – è importante e assolutamente condivisibile l’iniziativa lanciata dal <<Comitato per la mancata bonifica ed abbandono di rifiuti nella penisola Magnisi>>, una raccolta di firme sia fisica sia online che ha il grande merito di tenere viva l’attenzione dei cittadini e dei media su questo delicato argomento”.

“L’esperienza ci insegna che purtroppo ritardi e lungaggini burocratiche – ricorda ancora Cafeo – necessitano spesso di pressione mediatica e sensibilizzazione della società civile per arrivare all’obiettivo finale, non certo il semplice comunicato stampa di chi si vuole mettere medaglie”.

“Nonostante i proclami dunque, ancora il problema non è per niente risolto – conclude Giovanni Cafeo – e necessita attenzione massima da parte di tutti, anche dal punto di vista dei costi effettivi dell’operazione di bonifica, senza allarmismi ma con grande senso di responsabilità; sarà ovviamente mia premura seguire la vicenda in prima persona”.