Noto: nota al figlio, va a scuola e schiaffeggia il professore

Ennesima aggressione ad un insegnante.

Noto: nota al figlio, va a scuola e schiaffeggia .

La P.S. di Noto, al termine di celere attività di polizia giudiziaria, hanno denunciato M. S., trentacinquenne già noto alle forze di polizia, per il reato di lesioni personali dolose aggravate dai futili motivi e dall’aver commesso il fatto contro un docente. 

Nella mattinata del 5 novembre gli agenti sono intervenuti presso un istituto scolastico per l’aggressione subita da un docente.

Gli investigatori, dopo aver fatto piena luce sull’accaduto,

Noto: nota al figlio, va a scuola e schiaffeggia

hanno identificato il padre di un alunno che, recatosi a scuola per contestare la nota disciplinare subita dal figlio,

ha colpito il professore con uno schiaffo.

Un fatto inquietante che lascia l’amaro in bocca a chi esercita la professione di insegnante, sempre impegnato nel cercare di impartire agli alunni ciò di cui hanno bisogno.

Non è la prima volta che accade tutto ciò.

Noto: nota al figlio, va a scuola e schiaffeggia l’insegnante

Siamo in una condizione di assoluta “emergenza”, ricorderemo ciò che accadde ad Avola l’anno scorso

e ci saremmo augurati che fatti del genere non sarebbero più accaduti.

Invece no, ogni lamentela del figlio viene subito ripresa dal padre, che in spedizione punitiva,

si reca a scuola per aggredire il professore e schiaffeggiarlo, come se fosse la normalità.

Questo è inconcepibile perché accade in una società dove il genitore si sente autorizzato a fare ciò che vuole, facendo vedere al figlio quanto può contare su papà.

Davvero deplorevole, se pensiamo che ai nostri tempi, quando il maestro ci rimproverava,

veniva “appoggiato” dai nostri genitori, considerando il gesto un rimedio alle nostre birichinate.

Un rimprovero o una nota erano deterrenti per non comportarsi allo stesso modo nel futuro.

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: