Battesimo a mare degli studenti del Rizza

Battesimo a mare degli studenti del Rizza

Questa mattina la Capitaneria di Porto di Siracusa ha aperto le proprie porte agli studenti dell’Istituto “A. Rizza” indirizzo trasporti e logistica, già Nautico di Siracusa.

Rinnovato la tradizione del “battesimo del mare” anche per quest’anno scolastico 2019/20, grazie ancora una volta alla collaborazione dei battellieri e dei piloti del Porto di Siracusa.

 

Battesimo a mare degli studenti del Rizza
Battesimo a mare degli studenti del Rizza

L’iniziativa ha visto la presenza del  Comandante del Porto di Siracusa, Capitano di Vascello Luigi D’ANIELLO.

Il comandante ha salutato gli studenti ed espresso il proprio compiacimento per la manifestazione in atto, evidenziando  l’importanza del percorso scolastico avviato.

Un saluto particolare è stato reso da Don Claudio MAGRO della STELLA MARIS locale, che ha ricordato come la  associazione costituisca il punto di riferimento dei marittimi.

Importante la collaborazione col WELFARE della Gente di Mare, a tutela dei diritti agli stessi spettanti, tra i quali l’accoglienza e l’assistenza ai lavoratori marittimi stranieri.

Battesimo a mare degli studenti del Rizza

Gli studenti delle classi prime dell’Istituto, accompagnati dalla Vicepreside prof.ssa Francesca MANCUSO, dalla referente al battesimo del mare prof.ssa Marina LA ROSA.

La rappresentanza del corpo docenti, hanno partecipato con entusiasmo ed interesse all’iniziativa.

L’iniziativa ha previsto un primo momento formativo attraverso l’illustrazione dei diversi compiti istituzionali del Corpo delle Capitanerie di porto.

Sucessivamente hanno partecipato alla visita dei vari Uffici della sede della Sezione Staccata di S. Panagia.

In un secondo momento, gli studenti sono stati condotti alla banchina del Porto rifugio di S. Panagia, ed imbarcati su un’unità messa a disposizione dal Gruppo Barcaioli di Siracusa.

Agli studenti il personale militare ha illustrato i compiti di governance dei porti.

Hanno spiegato l’attività di polizia marittima, nonché della tutela dell’ambiente marino e costiero in capo alla Guardia Costiera.

Gli alunni hanno potuto altresì assistere all’imbarco e allo sbarco del pilota del porto su una motocisterna.e alla successiva partenza della nave.

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: